Snam: partnership con ITM Power per lo sviluppo dell’idrogeno verde

Snam sempre più attiva sul fronte idrogeno. La società, che gestisce la rete nazionale di trasporto gas, ha sottoscritto una partnership con ITM Power, società con sede nel Regno Unito e tra i maggiori produttori mondiali di elettrolizzatori, componenti essenziali per ricavare idrogeno da fonti rinnovabili tramite elettrolisi dell’acqua.

In base all’accordo, la collaborazione tra le due realtà sarà sia commerciale sia tecnologica. Per future iniziative di sviluppo congiunte si svolgerà anche l’ingresso di Snam nell’azionariato di ITM Power. La partecipazione è di minoranza ed equivale ad un investimento di 30 milioni di sterline, pari a circa 33 milioni di euro.

Attraverso questa partnership Snam avrà la possibilità di acquisire competenze tecniche rilevanti nel settore. Questo sarà possibile con l’ingresso di propri rappresentanti in due comitati:

  • Strategic Advisory Committee 
  • Technology Management Committee

I due comitati supportano il board di ITM Power nelle decisioni chiave sulle attività commerciali e di ricerca e sviluppo. La collaborazione consentirà inoltre alle due società di creare sinergie per lo sviluppo di nuovi progetti. In particolare attraverso il distaccamento di risorse Snam presso ITM Power.

All’interno della propria strategia, focalizzata sullo sviluppo della catena del valore dell’idrogeno, Snam potrà coinvolgere la società britannica in alcuni progetti per lo sviluppo di idrogeno verde con elettrolizzatori a tecnologia a membrana (Pem, Proton Exchange Membrane) fino a 100 MW di potenza. Avverranno anche in collaborazione con altri operatori italiani e internazionali.

L’Hydrogen Strategy della Commissione Europea

La nuova collaborazione fa seguito al progetto che prevede lo sviluppo di 40 GW di idrogeno verde nell’Unione Europea al 2030. Diversi i Paesi dell’Unione che ne prendono parte, tra i quali Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito, Portogallo e Spagna. Questi hanno già predisposto o annunciato l’avvio di piani per lo sviluppo del vettore energetico green. La presenza globale di Snam potrà rappresentare un volano per la diffusione dei prodotti ITM Power a livello internazionale.

Il commento dell’Amministratore Delegato di Snam, Marco Alverà

«Questo accordo è il primo investimento esterno di Snam nel settore dell’idrogeno e si affianca a quelli che stiamo realizzando per rendere la nostra infrastruttura pronta al trasporto di questo nuovo vettore energetico pulito. La partnership con ITM Power ci permette di accrescere il nostro know-how nelle tecnologie per la produzione di idrogeno verde in modo funzionale allo sviluppo del business e di diventare un player lungo la catena del valore. Vogliamo sviluppare nuovi progetti e contribuire ad abilitare la filiera a livello internazionale e soprattutto in Italia, che ha l’opportunità di diventare un hub dell’idrogeno verde tra Europa e Nord Africa».


Leggi anche

L’aggiudicazione dell’Atem Torino 1 permette alla società di dare continuità al servizio di distribuzione gas nel territorio nel quale è nata e dove opera da quasi due secoli. Soprattutto, di attivare un piano di investimenti per 330 milioni di euro, per ammodernare 340 km di rete, estendere l’infrastruttura alle aree non ancora raggiunte dal servizio, installare 250.000 smart meter di nuova generazione e dare un contributo alla decarbonizzazione del trasporto locale….

Leggi tutto…

Con l’ok da parte dell’amministrazione comunale al progetto del valore di 12,6 milioni di euro messo a punto dal gestore BA.SE si sblocca il processo per arrivare alla completa metanizzazione di Bagheria. Un iter partito nel 2006 e poi interrottosi. Un’opera attesa da anni per la quale ora il gestore potrà partecipare a bandi e ricercare finanziamenti o cofinanziamenti pubblici indispensabili per la sua realizzazione. …

Leggi tutto…

La società del Gruppo Italgas ha completato la conversione della rete a servizio del comune sassarese, prima alimentata a GPL, e messo in esercizio un deposito criogenico di gas naturale liquefatto che la alimenta. L’operazione segue a quelle già realizzate a Putifigari, Berchidda e Ittireddu. A breve saranno completate anche le conversioni delle reti di Urzulei e, entro fine aprile, di Perdasdefogu, Usini, Uri e Ozieri…

Leggi tutto…

È quanto prevede il nuovo piano industriale 2021-2030 Life is our Duty, focalizzato sull’economia circolare e sulla transizione energetica, con investimenti, rispettivamente, per 6 e 10 miliardi di euro, per contribuire al conseguimento degli obiettivi di sostenibilità dell’ONU e al rilancio economico del Paese. Tra i target, ridurre del 20% delle perdite idriche, portare la capacità installata di rinnovabili a 5,7 GW, e recuperare ulteriori 4,4 milioni di tonnellate di rifiuti …

Leggi tutto…

Sperimentare e realizzare soluzioni in diversi ambiti d’azione per la decarbonizzazione del territorio emiliano-romagnolo è l’obiettivo della collaborazione, incentrata sull’idrogeno, annunciata dalle due realtà. Tra i progetti in cantiere: l’applicazione della tecnologia power-to gas al depuratore di Bologna e ai termovalorizzatori di Hera e l’immissione di una miscela di gas naturale e idrogeno in una porzione della rete di Modena…

Leggi tutto…