Snam sempre più amica dell’ambiente

Snam sempre più green. Lo dicono i numeri del nuovo report di sostenibilità, alla sua tredicesima edizione, relativi allo scorso anno. Un anno, il 2018, molto positivo per l’azienda sul fronte della sostenibilità, con i principali indicatori che mostrano numerosi progressi compiuti in termini di riduzione delle emissioni, sicurezza sul lavoro, etica di impresa e iniziative per la tutela e lo sviluppo dei territori, confermando l’impegno concreto del gestore della rete gas nazionale nella lotta ai cambiamenti climatici.

Il report di sostenibilità, intitolato quest’anno Energia del cambiamento. L’impresa tra sfide climatiche e finanza sostenibile, è stato redatto secondo lo Standard Internazionale GRI Opzione Comprehensive ed è dedicato all’evoluzione dello scenario climatico globale e alla sempre più stretta relazione tra cambiamento climatico e finanza. In questo contesto viene illustrato il ruolo che Snam svolge nella transizione energetica e nei processi di decarbonizzazione, rappresentando in modo puntuale le performance della propria strategia di sostenibilità.

Il report riporta i principali risultati conseguiti in ambito Esg (Environment, social, and governance) a partire dalla riduzione delle emissioni di gas naturale, -7,9% lo scorso anno rispetto al 2016, che ha permesso di fissare il nuovo obiettivo pari a una riduzione del 25% al 2015, sempre rispetto al 2016.

In crescita, del 14%, i monitoraggi ambientali per 445 km di rete, mentre sono aumentati dell’11% i ripristini ambientali, per 227 km di rete, rispetto al 2017.

Molto positivi anche i risultati in termini di riduzione delle emissioni di CO2, calate di 154.800 tonnellate (+87% rispetto al 2017), grazie a una serie di interventi specifici che la società ha realizzato in questo campo. L’azienda ha inoltre proceduto con l’ispezione geologica di oltre 4.000 km di rete, mentre sono ben 18.400 i chilometri di infrastruttura ispezionati con sorvoli in elicottero. In crescita del 26% anche le ore di formazione erogate ai dipendenti, circa 110.000, e oltre 60.000 ore di Smart Working. Azioni che hanno dato i loro frutti anche sul fronte della riduzione degli infortuni sul lavoro, calati del 36% rispetto al 2017.


Leggi anche

Il gestore della rete gas nazionale ha ottenuto un finanziamento di 25 milioni di euro dalla Banca europea per gli investimenti per alcuni progetti nel campo della mobilità sostenibile a gas e biometano. Le risorse serviranno a realizzare 101 stazioni di rifornimento di gas naturale compresso e 9 di gas liquefatto e compresso in tutta Italia…

Leggi tutto…

L’AD Paolo Gallo ha presentato il nuovo Piano 2019-2025. Quattro i pilastri fondanti: sviluppo e ammodernamento della rete; digitalizzazione; sviluppo della rete di distribuzione gas in Sardegna; estensione della rete e del numero di utenze con l’acquisizione di altre realtà, in attesa che partano le gare per le concessioni …

Leggi tutto…

È della cooperativa vitivinicola di Caviro di Faenza il primo impianto per la produzione di biometano agricolo connesso alla rete di trasporto del gas di Snam. L’impianto è alimentato con i sottoprodotti del ciclo produttivo della stessa azienda e coi reflui di allevamenti della zona e può produrre biocarburante per alimentare fino a 18.000 veicoli all’anno…

Leggi tutto…

Di fronte alla sfida imposta dai cambiamenti climatici e dalla trasformazione sempre più veloce delle città, la tecnologia e la digitalizzazione svolgeranno un ruolo centrale. Negli interventi istituzionali gli specialisti di enti e utilities mostreranno come le nuove tecnologie siano indispensabili per garantire la continuità dei servizi erogati, riprogettarli e migliorarne la gestione e la qualità in funzione delle nuove esigenze e in un’ottica di sostenibilità ambientale, anche grazie a una più efficiente e capillare raccolta dati….

Leggi tutto…

L’impianto, che sarà realizzato con un investimento di 50 milioni di euro, sorgerà nel comune di Vezzano Ligure e potrà trattare circa 60.000 tonnellate/anno di rifiuti organici da raccolta differenziata, producendo 6 milioni di mc/anno di biometano, da immettere nella rete di distribuzione gas, e 14.300 tonnellate/anno di ammendante di compostato misto destinato all’agricoltura…

Leggi tutto…