Snam sempre più amica dell’ambiente

Snam sempre più green. Lo dicono i numeri del nuovo report di sostenibilità, alla sua tredicesima edizione, relativi allo scorso anno. Un anno, il 2018, molto positivo per l’azienda sul fronte della sostenibilità, con i principali indicatori che mostrano numerosi progressi compiuti in termini di riduzione delle emissioni, sicurezza sul lavoro, etica di impresa e iniziative per la tutela e lo sviluppo dei territori, confermando l’impegno concreto del gestore della rete gas nazionale nella lotta ai cambiamenti climatici.

Il report di sostenibilità, intitolato quest’anno Energia del cambiamento. L’impresa tra sfide climatiche e finanza sostenibile, è stato redatto secondo lo Standard Internazionale GRI Opzione Comprehensive ed è dedicato all’evoluzione dello scenario climatico globale e alla sempre più stretta relazione tra cambiamento climatico e finanza. In questo contesto viene illustrato il ruolo che Snam svolge nella transizione energetica e nei processi di decarbonizzazione, rappresentando in modo puntuale le performance della propria strategia di sostenibilità.

Il report riporta i principali risultati conseguiti in ambito Esg (Environment, social, and governance) a partire dalla riduzione delle emissioni di gas naturale, -7,9% lo scorso anno rispetto al 2016, che ha permesso di fissare il nuovo obiettivo pari a una riduzione del 25% al 2015, sempre rispetto al 2016.

In crescita, del 14%, i monitoraggi ambientali per 445 km di rete, mentre sono aumentati dell’11% i ripristini ambientali, per 227 km di rete, rispetto al 2017.

Molto positivi anche i risultati in termini di riduzione delle emissioni di CO2, calate di 154.800 tonnellate (+87% rispetto al 2017), grazie a una serie di interventi specifici che la società ha realizzato in questo campo. L’azienda ha inoltre proceduto con l’ispezione geologica di oltre 4.000 km di rete, mentre sono ben 18.400 i chilometri di infrastruttura ispezionati con sorvoli in elicottero. In crescita del 26% anche le ore di formazione erogate ai dipendenti, circa 110.000, e oltre 60.000 ore di Smart Working. Azioni che hanno dato i loro frutti anche sul fronte della riduzione degli infortuni sul lavoro, calati del 36% rispetto al 2017.


Leggi anche

Le tre società hanno siglato una lettera d’intenti non vincolante per l’avvio dello studio di un percorso congiunto per valutare la possibile acquisizione degli asset del gruppo Ascopiave nella vendita di elettricità e gas e la costituzione di un’alleanza nel settore della distribuzione gas. Un’operazione che nasce dalla volontà di Ascopiave di cedere le sue attività commerciali per focalizzarsi sulla distribuzione…

Leggi tutto…

I lavori, appena partiti, interessano le frazioni di Moltedo e Montegrazie, attualmente servite con GPL. Le opere comprendono la posa di nuove condotte per un totale di oltre 9,3 chilometri e la sostituzione dell’alimentazione da GPL a gas naturale della rete già esistente e garantiranno maggiore sicurezza e continuità del servizio…

Leggi tutto…

Con il via libero del comune di Pescara si conclude l’iter per l’acquisizione da Alma Cis e Mediterranea Energia del 51% del capitale azionario della società che gestisce la distribuzione del gas nel capoluogo Abruzzese. Operazione che sancisce l’ingresso della multiutility capitolina nel comparto della distribuzione del metano…

Leggi tutto…

Poiché i ritardi nell’affidamento della concessione del servizio di distribuzione gas, ora gestito in regime di proroga da Sidigas, bloccano gli investimenti in tutta la provincia di Avellino, il Comune e i suoi abitanti hanno deciso di procedere per conto loro. Il primo ha approvato il progetto di estensione della rete ad alcune località ancora prive del servizio, che sarà realizzato da una ditta incaricata e pagata dai residenti …

Leggi tutto…

I lavori prenderanno il via nei prossimi mesi, appena concluso tutto l’iter di autorizzazione, e si concluderanno entro la fine dell’anno. Prevedono la posa di oltre 14 chilometri di condotte che consentiranno di portare il servizio di distribuzione del metano a diverse aree dell’agro del comune in provincia di Taranto. L’intervento sarà realizzato con un investimento di 1,7 milioni di euro…

Leggi tutto…