Società Gasdotti Italia: arriva un finanziamento da 60 milioni

Importanti risorse in arrivo per Società Gasdotti Italia. Provengono dalla società di gestione inglese Abrdn che ha investito 60 milioni nel secondo operatore italiano di trasporto del gas naturale. Investimento effettuato per conto del partner strategico Phoenix Group, gestore di piani di risparmio e pensionistici nel Regno Unito, che ha deciso di varare il prestito in favore della società che gestisce una rete di 1.700 km di gasdotti ad alta pressione.

 

I nuovi investimenti

Il finanziamento verrà utilizzato da Società Gasdotti Italia per:

  1. rifinanziare il debito esistente
  2. estendere il profilo di scadenza del debito
  3. sostenere nuovi investimenti.

Tra queste priorità la sostituzione dell’infrastruttura esistente, l’estensione del gasdotto e la costruzione di una nuova stazione di compressione.

 

Sostenibilità al centro

L’infrastruttura del gas svolge infatti un ruolo fondamentale nella transizione energetica in Europa. Parte delle risorse non a caso sarà utilizzata per aggiornare la rete e renderla idonea al trasporto dell’idrogeno. Il tema della sostenibilità, lungo tutti e tre i concetti nei quali si articola:

  • ambientale
  • economica
  • sociale

rappresenta uno dei cardini del finanziamento. Per tutta la durata del prestito, Società Gasdotti Italia fornirà un resoconto annuale su una serie di indicatori chiave di prestazione di sviluppo sostenibile (Esg). Tra questi le emissioni di carbonio Scope 1 2 3, la diversità di genere all’interno del consiglio di amministrazione, i tassi di incidenti in materia di salute e sicurezza.

L’investimento permette di sostenere il flusso di cassa di Società Gasdotti Italia e quindi garantire la liquidità per aggiornare le reti esistenti. Azione indispensabile per migliorare l’efficienza energetica, garantire la sicurezza dell’approvvigionamento in Italia e prepararsi alla transizione energetica.

 

Un contributo alla decarbonizzazione

«SGI svolgerà un ruolo chiave nella decarbonizzazione del gas mediante il trasporto di idrogeno e biometano nei relativi metanodotti – ha commentato Albane Poulin, head of European private placements presso Abrdn -. Siamo particolarmente entusiasti di realizzare la nostra prima operazione di credito privato in Italia a sostegno di una priorità strategica fondamentale per Abrdn, ovvero la crescita delle nostre capacità nel segmento degli asset reali. Anche le scelte in linea con la nostra agenda di sostenibilità sono importanti e questo investimento migliora l’efficienza energetica e gli aggiornamenti della rete di Società Gasdotti Italia, oltre a giocare un ruolo fondamentale nella transizione energetica in Italia e in Europa».

 


Leggi anche

È avvenuto il passaggio di consegna degli impianti di distribuzione gas tra il gestore uscente, Italgas, e il nuovo concessionario, 2i Rete Gas, aggiudicatario della gara per l’Atem Napoli 1 che, oltre al capoluogo campano, comprende altri cinque comuni della sua provincia. Si tratta del più grande e complesso trasferimento di servizio in Italia. La società, nell’arco dei 12 anni di concessione, ha previsto investimenti per 240 milioni di euro…

Leggi tutto…

Attivati i primi 2 chilometri di infrastruttura di distribuzione nel comune della Valle. La loro realizzazione fa parte del piano di metanizzazione del piccolo comune, che prevede in totale la realizzazione di una rete dell’estensione di 7,5 chilometri con un investimento di 2,5 milioni di euro. Opere comprese nel programma di sviluppo della rete in tutta la regione con il quale Italgas, nel 2020, si è aggiudicato la concessione del servizio nell’Atem Valle d’Aosta…

Leggi tutto…

È quanto prevede il Piano industriale 2023-2027 approvato dalla multiutility altoatesina dell’energia e incentrato su sostenibilità, innovazione. Oltre 650 milioni sono destinati alla distribuzione elettrica, teleriscaldamento e produzione di energia, ma si punta anche a un forte sviluppo di nuovi servizi in ottica smart e green. Attesa una crescita del margine operativo di 300 milioni e una riduzione delle emissioni del 46% …

Leggi tutto…

Le due multiutility hanno siglato un’intesa finalizzata a modificare gli accordi stipulati dopo l’aggiudicazione della gara relativa alle concessioni nella distribuzione gas cedute dal Gruppo A2A. Scopo dell’accordo è razionalizzare la presenza nel Nord Ovest di Ascopiave e della sua controllata Edigas, e l’uscita di Iren da Romeo Gas, società partecipata dalle due multiuility…

Leggi tutto…

La Regione ha siglato il via libera per la costruzione del Melita Transgas Pipeline, il gasdotto sottomarino che collegherà la Sicilia a Malta. Un’opera strategica per favorire l’esportazione di gas dall’Italia e la sicurezza del sistema energetico europeo. L’infrastruttura si estenderà in totale per 159 chilometri, partendo dal terminale di Gela per approdare nella penisola di Delimara…

Leggi tutto…