Stefano Donnarumma Terna

Stefano Donnarumma e Valentina Bosetti scelti alla guida di Terna

Cambio al vertice di Terna. L’assemblea dei soci ha nominato Stefano Donnarumma come nuovo amministratore delegato e Valentina Bosetti nel ruolo di presidente. Donnarumma, che si è dimesso da Acea, dove occupava lo stesso ruolo, è stato anche nominato direttore generale della società che gestisce la rete elettrica nazionale. Donnarumma e Bosetti succedono nelle loro cariche, rispettivamente, a Luigi Ferraris e Catia Bastioli

L’assemblea ha anche approvato l’ampliamento del numero dei membri del consiglio di amministrazione, passati così da 9 a 13. Proposta avanzata dall’azionista di maggioranza della società, Cdp Reti.

Insieme a Bosetti e Donnarumma fanno parte del nuovo consiglio di amministrazione, in carica per il prossimo triennio: Alessandra Faella, Yunpeng He, indicato da State Grid Corporation of China, socio cinese di Cdp Reti, Valentina Canalini, Ernesto Carbone, Giuseppe Ferri, Antonella Baldino e Fabio Corsico, in rappresentanza di Cdp; Marco Giorgino, Gabriella Porcelli, Paola Giannotti e Jean-Michel Aubertin, in rappresentanza dei soci di minoranza.

«Mi preme innanzitutto sottolineare che è stato per me un onore guidare Terna in questi tre anni – ha dichiarato l’ex AD Ferraris, nel congedarsi dalla società -.  Un triennio caratterizzato da una trasformazione epocale del settore energetico in Italia, in Europa e nel mondo, verso la completa decarbonizzazione e il pieno utilizzo delle fonti rinnovabili. In questo contesto, Terna esercita un ruolo centrale come abilitatore della transizione energetica in atto».

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Bastioli, all’addio dopo due mandati. «Terna è un asset strategico fondamentale per il Paese e per gli investitori, che grazie al lavoro fatto fin qui è pronta a dare un contributo rilevante in questo momento senza precedenti per la storia del nostro Paese e dell’umanità – ha detto la ex presidente -. La società è stata lungimirante nel cogliere da subito la sfida della evoluzione e crescita di resilienza della rete e delle infrastrutture energetiche nel contesto dinamico della transizione globale, per essere un driver del cambiamento nel sistema elettrico ed energetico del nostro Paese e dell’Europa».


Leggi anche

Il Gruppo veneto ha acquisito il 100% del capitale azionario di Cart Acqua, società che eroga servizi tecnici nel comparto idrico e che detiene una partecipazione in Cogeide, gestore del ciclo idrico in 15 comuni della provincia di Bergamo. Un’operazione che segna l’ingresso del Gruppo, tra le maggiori realtà nazionali della distribuzione gas e nella vendita di energia, nel comparto acqua…

Leggi tutto…

I titoli, che hanno un taglio unitario minimo di 100.000 euro e che scadono il 17 gennaio 2031, hanno fatto registrare una domanda pari a oltre il doppio dell’offerta. Le risorse ottenute con la nuova operazione di finanza sostenibile andranno a sostenere i progetti di sostenibilità previsti dal Piano Industriale al 2025, andando a focalizzarsi sullo sviluppo del teleriscaldamento, il recupero della plastica e il miglioramento della depurazione….

Leggi tutto…

Sviluppare progetti legati all’idrogeno e alle relative infrastrutture in Europa. È l’obiettivo della partnership tra il nostro gestore della rete di trasporto gas e Linde, realtà mondiale nel settore ingegneristico e nei gas industriali. La collaborazione punta a promuovere tecnologie chiave nella filiera del vettore green e opportunità di investimento congiunte in progetti commerciali negli ambiti produzione, distribuzione, compressione e stoccaggio…

Leggi tutto…

Dureranno circa un anno i lavori per l’ammodernamento dell’impianto a servizio della cittadina termale in provincia di Pisa. Un intervento, del valore di 1,7 milioni di euro, con il quale il gestore idrico del Basso Valdarno punta a risolvere una serie di criticità dell’impianto, legate alle acque di tipo di misto che vi arrivano, oltre che all’obsolescenza e all’ammaloramento dei due grandi serbatoi che lo costituiscono….

Leggi tutto…

Siglato il contratto di servizio con l’amministrazione comunale che segna l’avvio della gestione gas di Italgas nel comune del salernitano. Italgas si è aggiudicata la gara per la concessione di 12 anni, con un’offerta che ha previsto, tra l’altro, 4 milioni di investimenti per estendere la rete di ulteriori 8 chilometri, consentendo di fruire del servizio ad altre 400 famiglie…

Leggi tutto…