Tappa nelle Marche per Isaac, progetto su biogas e biometano


Rimuovere le barriere non tecnologiche che rappresentano dei limiti sociali normativi ed economici alla diffusione del biogas in Italia. È l’obiettivo di Isaac (Increasing Social Awarness and Acceptance of biogas and biomethane) un progetto, promosso in collaborazione da Legambiente, AzzeroCO2, Cnr Iia, IrcrEs-Cnr, Chimica Verde Bionet e Consorzio Italiano Biogas e realizzato grazie al finanziamento del programma europeo Horizon2020.
Il biogas è una delle fonti alternative ai combustibili fossili più utilizzate per la produzione di energia rinnovabile e il nostro Paese è il secondo produttore dopo la Germania. Una risorsa le cui potenzialità però ancora non vengono sfruttate a pieno. Basta considerare che il potenziale per il biometano è in Italia di oltre 8 miliardi di metri cubi, ossia il 13% del fabbisogno nazionale e oltre quattro volte la quantità di gas estratta nelle piattaforme entro le 12 miglia marine.
Il progetto prevede attività di networking e azioni di sensibilizzazione, rivolte alle scuole, ai cittadini e agli agricoltori, destinate alla costruzione di un modello comunicativo che diffonda le corrette informazioni riguardo la filiera produttiva biogas-biometano, per aumentare l’accettabilità sociale di questo settore produttivo.
Il progetto è entrato nel vivo nelle Marche, una delle sette regioni coinvolte, dove si sono da poco concluse le lezioni nei due istituti che hanno aderito all’iniziativa. In particolare, l’attività rivolta agli studenti è stata divisa in due parti: una prima lezione teorica di due ore, svolta da Legambiente Marche, che ha riguardato i cambiamenti climatici e la sfida energetica che ci troviamo ad affrontare, e un secondo modulo, realizzato dagli operatori del Cnr, durante il quale è stato mostrato un prototipo di impianto a biogas e sono state illustrate le varie fasi di digestione anaerobica della sostanza organica ottenuta dagli scarti. Il progetto, che terminerà il 30 giugno del 2018, vedrà inoltre il coinvolgimento di agricoltori, funzionari e cittadini attraverso numerosi incontri, duranti i quali sarà possibile approfondire le tecnologie del biogas e comprenderne le eventuali criticità e le opportunità di sviluppo.


Leggi anche

L’azienda poserà circa 620 metri di condotte per allacciare due tratti di infrastruttura già esistente. L’intervento riguarda la zona industriale del comune barese, dove negli scorsi mesi era stata realizzata la rete di distribuzione, non ancora entrata in servizio per problemi legati alle pressioni di esercizio che le nuove opere risolveranno definitivamente …

Leggi tutto…

L’azienda ha ottenuto il via libera da regione Valle d’Aosta al progetto per la realizzazione del metanodotto a servizio di quattro comuni della valle d’Ayas. L’opera, costituita da condotte dal diametro di 200 mm, si estenderà per una lunghezza complessiva di 27 km e sarà conclusa entro il 2021, con un investimento di 9 milioni di euro…

Leggi tutto…

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’ impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, con un importante impatto migliorativo sulla gestione dei rifiuti e l’integrazione di tecnologie a idrogeno, clean-up, sistemi di depurazione….

Leggi tutto…

La società rafforza la sua presenza nel Sud Italia, grazie a un accordo con Amalfitana Gas per l’acquisizione di un ramo di azienda relativo alla distribuzione gas in tre Atem nelle due regioni. Comprese nell’ intesa la cessione delle concessioni e delle infrastrutture, sia reti sia impianti, per un valore di 18,5 milioni di euro …

Leggi tutto…

La società, che ha acquisito le infrastrutture di Gas Natural, ha ultimato la posa delle condotte per la distribuzione del gas in alcune frazioni periferiche della città calabrese. Programmati nei prossimi mesi altri interventi per estendere il servizio alle aree periferiche a nord e sud e completare la metanizzazione dell’intera area collinare della città dello Stretto…

Leggi tutto…