Tappa nelle Marche per Isaac, progetto su biogas e biometano


Rimuovere le barriere non tecnologiche che rappresentano dei limiti sociali normativi ed economici alla diffusione del biogas in Italia. È l’obiettivo di Isaac (Increasing Social Awarness and Acceptance of biogas and biomethane) un progetto, promosso in collaborazione da Legambiente, AzzeroCO2, Cnr Iia, IrcrEs-Cnr, Chimica Verde Bionet e Consorzio Italiano Biogas e realizzato grazie al finanziamento del programma europeo Horizon2020.
Il biogas è una delle fonti alternative ai combustibili fossili più utilizzate per la produzione di energia rinnovabile e il nostro Paese è il secondo produttore dopo la Germania. Una risorsa le cui potenzialità però ancora non vengono sfruttate a pieno. Basta considerare che il potenziale per il biometano è in Italia di oltre 8 miliardi di metri cubi, ossia il 13% del fabbisogno nazionale e oltre quattro volte la quantità di gas estratta nelle piattaforme entro le 12 miglia marine.
Il progetto prevede attività di networking e azioni di sensibilizzazione, rivolte alle scuole, ai cittadini e agli agricoltori, destinate alla costruzione di un modello comunicativo che diffonda le corrette informazioni riguardo la filiera produttiva biogas-biometano, per aumentare l’accettabilità sociale di questo settore produttivo.
Il progetto è entrato nel vivo nelle Marche, una delle sette regioni coinvolte, dove si sono da poco concluse le lezioni nei due istituti che hanno aderito all’iniziativa. In particolare, l’attività rivolta agli studenti è stata divisa in due parti: una prima lezione teorica di due ore, svolta da Legambiente Marche, che ha riguardato i cambiamenti climatici e la sfida energetica che ci troviamo ad affrontare, e un secondo modulo, realizzato dagli operatori del Cnr, durante il quale è stato mostrato un prototipo di impianto a biogas e sono state illustrate le varie fasi di digestione anaerobica della sostanza organica ottenuta dagli scarti. Il progetto, che terminerà il 30 giugno del 2018, vedrà inoltre il coinvolgimento di agricoltori, funzionari e cittadini attraverso numerosi incontri, duranti i quali sarà possibile approfondire le tecnologie del biogas e comprenderne le eventuali criticità e le opportunità di sviluppo.


Leggi anche

Sono questi i temi al centro della collaborazione tra Snam e Politecnico di Milano, che avrà un focus dedicato alle potenzialità dell’idrogeno e degli altri gas verdi nella lotta ai cambiamenti climatici. La partnership interesserà anche la ricerca su mobilità sostenibile, biometano, liquefazione e Small Scale GNL, oltre che progetti di cattura, trasporto, stoccaggio e riutilizzo dell’anidride carbonica. …

Leggi tutto…

Acquambiente Marche aderisce alla rete Risorse idriche e ambientali Marche

Acquambiente Marche, che gestisce il ciclo idrico e la distribuzione gas in quattro comuni marchigiani, ha aderito alla rete Risorse idriche e ambientali Marche, istituita all’inizio dello scorso anno da Ciip, il gestore idrico del sud delle Marche, e Asite, la multiservizi del comune di Fermo. Accrescere la capacità competitiva delle aziende e migliorare i servizi offerti ai cittadini gli obiettivi della partnership…

Leggi tutto…

investimenti

Gli investimenti in infrastrutture crescono del 13% rispetto al 2018, EBITDA a quota 109 milioni. Il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano registra un anno da record che gli ha consentito di scendere in campo per fronteggiare la crisi economica supportando territorio e stakeholder. Sensibilità, Resilienza e Innovazione i punti cardine grazie ai quali l’azienda realizzerà una vera e propria rivoluzione green nel territorio puntando su economia circolare, innovazione, ricerca scientifica e digitalizzazione…

Leggi tutto…

Linea Group Holding

La società, attiva nei comparti energia e ambiente nelle province del Sud Lombardia, ha presentato il nuovo Piano industriale al 2024. Al centro lo sviluppo di iniziative nel campo dell’economia circolare e dell’efficienza energetica, con l’obiettivo di porsi sempre più come una utility green. Altri filoni di sviluppo il potenziamento delle sinergie con A2A e nuove aggregazioni e acquisizioni sul territorio…

Leggi tutto…

Lo rivela la nuova edizione dello studio realizzato da Guidehouse per Gas for Climate, il consorzio europeo costituito da 12 realtà attive nelle infrastrutture del gas naturale e nel gas rinnovabile di 9 Paesi, tra le quali Snam e Consorzio italiano biogas. In base allo studio, l’immissione nelle reti europee di almeno il 10% tra biogas e bioidrogeno, combinato con l’aumento di elettricità da fonti green, permetterebbe di abbattere del 55% le emissioni di CO2 entro il 2030, con importanti risvolti economici e occupazionali…

Leggi tutto…