Teleriscaldamento a Valdaone impianto attivo nel 2019


Il costo complessivo dell’opera ammonta a 5,5 milioni di euro di cui il 70 % finanziato dalla Provincia. Al momento quindi, come confermato dal presidente di E.S.Co. B.I.M. e Comuni del Chiese Franco Panelatti, i lavori sono in linea con il programma iniziale. I lavori dell’edificio centrale sono ultimati e si stanno completando le opere impiantistiche interne e le sistemazioni delle aree esterne adiacenti all’edificio. L’avviamento dell’impianto è previsto entro i primi mesi del 2019 dopo aver ultimato le operazioni di collaudo della rete e di tutte le apparecchiature interne alla centrale.
I componenti dell’impianto di teleriscaldamento sono caratterizzati da un alto livello tecnico: i tubi della rete sono dotati di un articolato sistema di filtraggio dei fumi – approvato dall’Agenzia Provinciale per la Protezione dell’Ambiente della Provincia – che prevede in un unico apparecchio la presenza di filtri a multiciclone e di elettrofiltri. I cogeneratori sfruttano la pirolisi del cippato per produrre congiuntamente energia termica ed elettrica. Dal punto di vista dell’impatto ambientale, l’impianto permetterà di spegnere le caldaie a gasolio e GPL poco efficienti ed attualmente in funzione negli edifici comunali, evitando così il consumo di fonti fossili non rinnovabili, sostituendole con un’unica centrale a biomassa caratterizzata da un punto singolo emissivo controllato.
L’eliminazione delle centrali pubbliche porterà alla comunità di Valdaone benefici in termini di riduzioni di emissioni inquinanti in atmosfera. Nel lungo periodo, la previsione è quella di allacciare alla rete anche le utenze private andando ad eliminare un maggior numero di vecchie caldaie a gasolio e a legna. Inoltre, il reperimento sul territorio della biomassa necessaria permetterà una migliore gestione del patrimonio forestale, migliore pulizia dei boschi e un indubbio indotto attorno alla gestione della materia prima.


Leggi anche

Realizzato con il Politecnico di Milano, il report ha analizzato l’impatto a 360° di questi impianti sui territori. I risultati dicono che si tratta di una soluzione vincente sia sul piano ambientale, abbattendo le emissioni di CO2 e di polveri sottili, sia sul piano economico ed occupazionale: 1 euro fatturato dagli impianti genera un impatto sul sistema economico di 2,65 euro e per ogni lavoratore impiegato dal teleriscaldamento nascono 15,5 posti lungo tutta la filiera…

Leggi tutto…

Terna ha qualificato la Uvap di Ego alla quale è collegata la centrale di cogenerazione che alimenta la rete di distribuzione del calore. Ora può operare sul mercato del servizio di dispacciamento: l’energia elettrica prodotta sarà utilizzata dal gestore della rete nazionale per il bilanciamento della rete, fornendo una flessibilità a salire e a scendere di 8 MW …

Leggi tutto…

Ha preso il via nella centrale di cogenerazione che alimenta la rete di distribuzione del calore di Tirano (Sondrio) di Tcvvv, la sperimentazione del nuovo sistema messo a punto da Rse per il trattamento dei fumi di combustione delle biomasse. Un’unica soluzione che consente l’abbattimento del particolato di combustione e la riduzione degli NOx…

Leggi tutto…

È stata inaugurata ufficialmente la centrale di cogenerazione che alimenta il sistema di teleriscaldamento a servizio dell’area dell’Altipiano, progetto realizzato da Wedge Power, con un investimento di 40 milioni di euro. La rete si estende attualmente per 27 km, che saranno portati a 45 entro la fine del prossimo anno, e a questa sono state collegate, a partire dall’inizio di ottobre, già 77 utenze…

Leggi tutto…

La multiutility compie 10 anni e nell’ultimo report di sostenibilità traccia un bilancio di questa esperienza. Oltre 14,3 miliardi di euro la ricchezza distribuita dal 2008 e circa 6000 i nuovi assunti per una forza lavoro che ha superato le 11400 unità. Costante l’attenzione all’ambiente, grazie agli investimenti in energia rinnovabile e nell’efficienza e allo sviluppo del teleriscaldamento che hanno evitato l’emissione di 20 milioni di tonnellate di CO2 …

Leggi tutto…