Teleriscaldamento di Milano più green con l’accordo tra A2A ed Eni

Nuovo calore a basso impatto ambientale per la rete di teleriscaldamento di Milano. A fornirlo sarà il sito di Enipower a Bolgiano, nel territorio di San Donato Milanese, grazie all’accordo stipulato tra A2A, proprietaria e gestore della rete, con Eni.

Un accordo della durata di 20 anni che permetterà di immettere nella rete di distribuzione del calore circa 54 gigawattora all’anno di energia termica, generata nella centrale di cogenerazione del gruppo Eni. Una quantità in grado di soddisfare il fabbisogno medio annuo di circa 6.000 famiglie

 

Le opere

A questo scopo, A2A realizzerà una stazione di scambio termico e ripompaggio nei pressi della centrale Eni che consentirà il trasferimento del calore da San Donato Milanese fino a Milano. Inoltre, si farà carico di alcune opere di compensazione a beneficio della cittadina di San Donato:

  • ampliamento della stazione
  • risistemazione dell’area (pavimentazione permeabile e creazione di un’isola verde).

Il progetto rientra nelle iniziative previste da LombHe@t – Hub Energetico Lombardo, progetto finanziato da Regione Lombardia nell’ambito del bando Call Hub per trovare soluzioni di riscaldamento a basso impatto ambientale.

 

Il teleriscaldamento 4.0 di A2A

L’accordo è una ulteriore testimonianza dell’impegno di A2A ed Eni nella promozione della tutela ambientale, in sinergia con il territorio.

Impegno che, per quanto riguarda la multiutility lombarda, ha nel teleriscaldamento un suo elemento cardine. La tecnologia è già di per sé amica dell’ambiente ma il nuovo progetto prevede dei miglioramenti. La fase 4.0 prevede sempre più l’utilizzo di fonti rinnovabili e il recupero del calore da attività produttive. Una strategia che il gruppo ha già portato avanti con successo a Brescia. Qui sono stati realizzati diversi collegamenti fra la rete e alcune importanti realtà produttive, che consentono di recuperare circa 45 GWh all’anno di calore da processi industriali. Un volume di calore che copre il fabbisogno di medio annuo di oltre 5000 famiglie.

 

La strategia green di Eni

Anche per Eni l’iniziativa costituisce un altro importate passo nel percorso finalizzato a rendere la società green e verso un futuro a zero emissioni di carbonio. Obiettivo che persegue attraverso lo sviluppo di soluzioni low carbon innovative, in un’ottica di economia circolare. Un nuovo modello di business, lanciato negli ultimi 7 anni, che coniuga sostenibilità:

  • economico finanziaria
  • ambientale
  • sociale

Così potrà essere raggiunta la neutralità carbonica al 2050.

 

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale
di Servizi a Rete per essere il primo a conoscere le attività

 


Leggi anche

calcestruzzo

Tutto ciò che esiste, naturale o artificiale che sia, è inevitabilmente soggetto ad un processo di deterioramento. Le strutture costruite dall’uomo non sfuggono al connaturato degrado e gli impianti di acqua potabile e di depurazione in calcestruzzo ne sono un esempio. Molteplici sono i fenomeni che compromettono la durabilità delle strutture, a prescindere dal loro stadio esistenziale. È possibile ricorrere alla manutenzione preventiva delle strutture per arginare il problema? Quali sono altrimenti le soluzioni per il ripristino e la riparazione ottimale di impianti degradati?…

Leggi tutto…

Approvato il progetto della nuova linea che unirà l’isola alla terraferma. La nuova linea collegherà le cabine primarie di Colmata, a Piombino, e di Portoferraio, nell’Elba. Avrà un’estensione di 37 chilometri, dei quali 34 posati sotto il livello del mare e 3 interrati. Gli approdi verranno realizzati con la tecnica no-dig della perforazione teleguidata (TOC). Il costo dell’infrastruttura è di 90 milioni di euro….

Leggi tutto…

L’assemblea dei soci ha nominato Vanni Vignoli come nuovo Presidente di Europump, l’Associazione dei fabbricanti europei di pompe con sede a Bruxelles. Il settore delle pompe ha un ruolo sempre più importante in tutte le applicazioni che utilizzano sistemi di pompaggio e di sollevamento. Europump lavora supportando la Commissione Europea nello sviluppo di Direttive per l’efficientamento energetico e la riduzione degli sprechi, in particolare sul risparmio di acqua all’interno delle reti idriche, per costituire e rendere attivi i regolamenti ai quali il settore si deve adeguare…

Leggi tutto…