Teleriscaldamento: il modello di A2a Calore e Servizi fa scuola al Dhc2018


Il teleriscaldamento di A2a Calore e Servizi protagonista a The 16th International Symposium on District Heating and Cooling (Dhc2018), l’evento internazionale dedicato al teleriscaldamento e del teleraffrescamento, che si svolgendo ad Amburgo e si concluderà il prossimo 12 settembre.
Momento di incontro per gli esperti del mondo accademico e industriale da tutto il mondo, per fare il punto sullo sviluppo del settore, sulle ultime innovazioni tecnologiche e per scambiare conoscenze e buone pratiche, l’evento avrà tra i suoi focus proprio l’esperienza maturata dall’azienda italiana nella gestione delle sue reti di Brescia, Milano e Bergamo.
Punto centrale di questa esperienza, in particolare, il differente modello di intervento sull’infrastruttura messo a punto da A2a Calore e Servizi. Un sistema utilizzato lungo la rete di Brescia capace di renderla maggiormente funzionale e di garantire, di conseguenza, un servizio più efficace e sostenibile, grazie a una nuova procedura che consente stime affidabili delle perdite, semplificando le attività operative e fornendo risultati immediati sul campo.
Operativa dal 1972 e con un’estensione di quasi 670 chilometri, tale infrastruttura per essere sempre in perfetta efficienza necessita di un accurato programma di manutenzione, nel quale si possano identificare e localizzare in tempi molto ridotti eventuali problematiche, quali le aree di rottura delle condotte, in modo da stimare la quantità di perdite d’acqua e programmare riparazioni efficaci. Un’operazione, quella della quantificazione delle perdite, molto complessa, per la quale l’azienda già nel 2013 aveva predisposto un metodo per valutarne l’entità. Sistema che ora ha raggiunto un maggior livello di efficienza attraverso un rilevamento diretto e istantaneo che sfrutta dispositivi di misurazione fissi e installati in aree particolari sia sui tubi di mandata sia di ritorno, consentendo così di verificare la portata dell’acqua in entrambe le direzioni.


Leggi anche

Realizzato con il Politecnico di Milano, il report ha analizzato l’impatto a 360° di questi impianti sui territori. I risultati dicono che si tratta di una soluzione vincente sia sul piano ambientale, abbattendo le emissioni di CO2 e di polveri sottili, sia sul piano economico ed occupazionale: 1 euro fatturato dagli impianti genera un impatto sul sistema economico di 2,65 euro e per ogni lavoratore impiegato dal teleriscaldamento nascono 15,5 posti lungo tutta la filiera…

Leggi tutto…

Terna ha qualificato la Uvap di Ego alla quale è collegata la centrale di cogenerazione che alimenta la rete di distribuzione del calore. Ora può operare sul mercato del servizio di dispacciamento: l’energia elettrica prodotta sarà utilizzata dal gestore della rete nazionale per il bilanciamento della rete, fornendo una flessibilità a salire e a scendere di 8 MW …

Leggi tutto…

Ancora pochi mesi di attesa e poi i lavori per la realizzazione dell’impianto di teleriscaldamento nel territorio comunale di Valdaone, in provincia di Trento, volgeranno al termine. L’opera, fortemente voluta dall’attuale amministrazione guidata da Ketty Pellizzari, è il passaggio concreto di un’idea nata nel 2010 dagli allora comuni di Bersone, Daone e Praso. A tal fine il comune di Valdaone ha stipulato una convezione di servizio con la società pubblica E.S.Co. B.I.M. e Comuni del Chiese S.p.A. che si occuperà della gestione futura…

Leggi tutto…

Ha preso il via nella centrale di cogenerazione che alimenta la rete di distribuzione del calore di Tirano (Sondrio) di Tcvvv, la sperimentazione del nuovo sistema messo a punto da Rse per il trattamento dei fumi di combustione delle biomasse. Un’unica soluzione che consente l’abbattimento del particolato di combustione e la riduzione degli NOx…

Leggi tutto…

È stata inaugurata ufficialmente la centrale di cogenerazione che alimenta il sistema di teleriscaldamento a servizio dell’area dell’Altipiano, progetto realizzato da Wedge Power, con un investimento di 40 milioni di euro. La rete si estende attualmente per 27 km, che saranno portati a 45 entro la fine del prossimo anno, e a questa sono state collegate, a partire dall’inizio di ottobre, già 77 utenze…

Leggi tutto…