Teleriscaldamento sostenibile: partnership tra Engie e L’Oreal


Una partnership innovativa è stata siglata tra Engie e L’Oreal, il big del settore dei cosmetici, per il teleriscaldamento di Settimo Torinese. Una collaborazione all’insegna del riciclo e della gestione circolare delle risorse. Solo che questa volta la collaborazione tra un sito industriale e il gestore del sistema di teleriscaldamento non riguarda il recupero di calore, ma di una risorsa altrettanto preziosa: l’acqua.
In base all’accordo, infatti, l’acqua recuperata, depurata e purificata dei processi dello stabilimento di Settimo Torinese di L’Oreal, si tratta di circa 3.600 metri cubi di acqua all’anno, verrà messa a disposizione della rete di distribuzione del calore, che tra l’altro fornisce energia termica anche allo stesso stabilimento. In questo modo l’acqua recuperata contribuirà a soddisfare il 20% del fabbisogno annuo di acque di reintegro della rete.
Un risultato importante per la sostenibilità di un sistema che, attraverso una rete che si sviluppa per circa 47 chilometri, garantisce la fornitura di 80 GWh di energia termica l’anno a utenze pubbliche e private del territorio comunale.
Un risultato che sottolinea l’impegno da parte delle due realtà nel rendere sempre più sostenibili e a basso impatto le rispettive attività.
Il polo industriale di L’Oreal a Settimo è, infatti, a emissioni zero di CO2 e ha già ridotto il consumo idrico del 54% rispetto al 2005, valorizzando inoltre i rifiuti al 100% (zero rifiuti in discarica), in linea con il programma internazionale del gruppo Sharing Beauty with All. Un programma con il quale il produttore di cosmetici si è impegnato a produrre in maniera sostenibile, con una riduzione del 60% delle emissioni di CO2, riduzione del 60% del consumo idrico, riduzione del 60% della produzione di rifiuti per unità di prodotto finito.


Leggi anche

Nella città lombarda nel corso del 2017 oltre 800 le nuove utenze allacciate alla rete con 250.000 metri cubi teleriscaldati in più rispetto all’anno precedente. Un incremento che ha portato notevoli benefici al miglioramento della qualità dell’aria, evitando l’emissione di 14.000 tonnellate di CO2, 0,5 tonnellate di polveri sottili, 14 tonnellate di ossido di azoto e 4 di anidride solforosa…

Leggi tutto…

Il Consiglio di amministrazione della multiutility ha approvato il nuovo Piano industriale che prevede un margine operativo lordo al 2022 pari a circa 1,2 miliardi e oltre 3,1 miliardi di investimenti. Questi ultimi saranno concentrati per tre quarti nelle attività regolate, con il 70% destinato alla filiera delle reti e il 6% alle attività di raccolta dei rifiuti urbani…

Leggi tutto…

Raggiunto il target dei 100.000 euro fissato dall’innovativa raccolta fondi lanciata dalla società lo scorso novembre e rivolta ai cittadini del comune del cuneese, per coinvolgerli nella costruzione dell’infrastruttura di distribuzione del calore. La rete sarà conclusa entro il 2021, si estenderà per 5 km e sarà alimentata da una centrale a biomassa forestale….

Leggi tutto…

L’innovativa iniziativa di raccolta fondi è rivolta ai cittadini di Barge, comune in provincia di Cuneo, dove l’azienda lo scorso agosto ha avviato la costruzione dell’infrastruttura. Il sistema sarà costituito da una centrale a biomassa che produrrà 7,6 GWh all’anno di energia termica che sarà distribuita alle utenze attraverso una rete della lunghezza di 5 km. Nel 2021 la conclusione dei lavori…

Leggi tutto…

Approvato dal consiglio di amministrazione il Piano industriale al 2023 della multiutility del Nord della Lombardia. Gli investimenti, pari a 568 milioni, saranno concentrati nella business unit Reti, per puntare soprattutto alle prossime gare sulla distribuzione del gas. Il documento prevede ricavi intorno al mezzo miliardo alla fine del periodo …

Leggi tutto…