Taglio paglia di riso per teleriscaldamento Gal Risorsa Lomellina

Teleriscaldare con la paglia di riso: il bando di Gal Risorsa Lomellina

Produrre calore dalla paglia di riso da distribuire nelle reti di teleriscaldamento. È il progetto al quale lavora da tempo Gal Risorsa Lomellina, società formata dai 41 comuni della Lomellina occidentale, Provincia e Camera di commercio di Pavia, Coldiretti, Cia e Unione Agricoltori, organizzazioni associative di categorie economiche dell’artigianato e del commercio e circa 61 imprese private. Progetto che ora riceve nuovo impulso dallo scenario di incertezza generato dall’emergenza sanitaria, con il conseguente calo di risorse a disposizione dei comuni, e dalla disponibilità di diverse società private ad affiancare i Comuni nell’operazione, sgravandoli così da molte incombenze.

Un progetto virtuoso che punta a sfruttare un sottoprodotto della filiera agricola a km zero, per generare calore da distribuire in rete per riscaldare gli edifici pubblici.

Un’idea nata alcuni anni fa per ridurre le spese degli enti pubblici e, al tempo stesso, valorizzare un sottoprodotto disponibile in abbondanza nel territorio, garantendo così agli agricoltori un reddito aggiuntivo che li mettesse al riparo, almeno in parte, dalla volatilità dei prezzi. Idea alla quale il Gal ha dato concretezza attraverso un bando dedicato agli enti pubblici della Lomellina, finalizzato a sostenere economicamente, con una copertura che può arrivare fino al 90% dell’investimento, la progettazione e realizzazione di mini reti così alimentate. Il bando è in scadenza il prossimo 6 luglio. Nei prossimi mesi, avrà comunque nuove finestre per poter permettere anche ai comuni che finora non avevano intrapreso tale percorso di beneficiare di questa possibilità in grado di assicurare vantaggi per tutti.

A rendere il tutto ancora più interessante, la disponibilità da parte di diverse aziende private a installare le caldaie a loro spese, a fronte di un investimento del comune sulla rete di distribuzione del calore, e a vendere loro l’energia termica a un prezzo fissato per un certo numero di anni. In questo modo l’amministrazione comunale è anche libera da qualsiasi onere in termini di manutenzione e responsabilità di gestione, ottenendo inoltre un cospicuo risparmio sulle bollette per il riscaldamento delle sue strutture.

«La nostra iniziativa non va vista come un investimento ma come un recupero di risorse – spiega il direttore del Gal Risorsa Lomellina, Luca Sormani –. Tutto quello che eccede il contributo, salvo una verifica di fattibilità per utenze sufficientemente grandi, può essere assorbito dall’investitore privato. Siamo a disposizione per andare ad approfondire ogni singola casistica: non tutte probabilmente andranno bene, ma l’ipotesi merita di essere verificata fino in fondo. Questa iniziativa non è evidentemente la soluzione di tutti i mali, ma è una proposta concreta per avere un motivo di costruzione in questo momento così difficile. Noi ci siamo, e siamo qui per restare».  


Leggi anche

Lavori teleriscaldamento Comocalor

La società ha dato il via a un programma di opere per efficientare l’infrastruttura che comincia a risentire dei suoi 30 anni di età. Lo ha fatto con un ambizioso piano, supportato da 2,5 milioni di investimenti, che prevedono la sostituzione delle condotte preisolate nei punti chiave della rete o in quelli tecnicamente o logisticamente più complessi…

Leggi tutto…

Il primo di una serie di incontri digitali su temi caldi del settore dei sottoservizi.

 
Gestione da remoto e automazione sono temi dibattuti da lungo tempo e ogni realtà li ha affrontati e applicati fino ad oggi con diversi livelli di impegno e di interesse. Ma la situazione attuale richiede, giocoforza, un’attenzione maggiore verso il futuro imponendo un passo accelerato di evoluzione.

Leggi tutto…

investimenti

Gli investimenti in infrastrutture crescono del 13% rispetto al 2018, EBITDA a quota 109 milioni. Il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano registra un anno da record che gli ha consentito di scendere in campo per fronteggiare la crisi economica supportando territorio e stakeholder. Sensibilità, Resilienza e Innovazione i punti cardine grazie ai quali l’azienda realizzerà una vera e propria rivoluzione green nel territorio puntando su economia circolare, innovazione, ricerca scientifica e digitalizzazione…

Leggi tutto…

Linea Group Holding

La società, attiva nei comparti energia e ambiente nelle province del Sud Lombardia, ha presentato il nuovo Piano industriale al 2024. Al centro lo sviluppo di iniziative nel campo dell’economia circolare e dell’efficienza energetica, con l’obiettivo di porsi sempre più come una utility green. Altri filoni di sviluppo il potenziamento delle sinergie con A2A e nuove aggregazioni e acquisizioni sul territorio…

Leggi tutto…

CAP operaio

Presentato il bilancio consolidato 2019 da Gruppo CAP. Il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano registra un anno molto positivo che gli consente di scendere in campo per fronteggiare la crisi economica supportando territorio e stakeholder…

Leggi tutto…