Terna avvia i lavori per il nuovo collegamento tra Italia e Austria

Partiti i lavori di Terna per la costruzione di un nuovo collegamento tra Italia e Austria. Si tratta dell’elettrodotto a 220 KV che congiungerà la stazione di Glorenza, in Alto Adige, con quella austriaca di Nauders. Il percorso di svilupperà in un percorso interamente interrato per 28 chilometri.

Un’opera strategica in ambito europeo che aumenterà l’affidabilità e la sicurezza degli scambi di energia tra i due Paesi e per il quale il gestore della rete elettrica nazionale ha previsto un investimento di 85 milioni di euro.

Il progetto consentirà a Italia e Austria di aumentare la capacità di interscambio elettrico di 300 MW, raddoppiando quella attuale. Grazie all’interconnessione, inoltre, sarà possibile:

  • integrare maggiormente le risorse rinnovabili  
  • migliorare l’efficienza e l’affidabilità della rete elettrica
  • incrementare la qualità e la continuità della fornitura
Il commento di Stefano Donnarumma, Amministratore Delegato di Terna

«Questo progetto costituisce un tassello fondamentale nella strategia di Terna che punta a rendere l’Italia l’hub elettrico dell’Europa. Grazie al nostro Piano Industriale, l’Italia sarà sempre più collegata con i Paesi del Mediterraneo da un lato e con Austria, Svizzera e Francia dell’altro, aiutando l’Europa a raggiungere gli sfidanti obiettivi del Green New Deal».

Già oggi la società gestisce 26 linee transfrontaliere e in futuro il nostro Paese sarà sempre più interconnesso a livello continentale e mediterraneo. L’interconnessione è una condizione fondamentale per lo sviluppo sostenibile e la decarbonizzazione del mix energetico. Inoltre, è cruciale per l’integrazione dei mercati europei a beneficio anche della competitività delle imprese.

Il lungo percorso decisionale 

La nuova opera è frutto di un lungo percorso decisionale partecipato dal territorio. Terna, sin dalle prime fasi, ha incluso la popolazione, gli enti e tutte le istituzioni locali. Una proficua attività di concreta collaborazione e coinvolgimento diretto dei Comuni di Curon Venosta, Malles Venosta e Sluderno, in provincia di Bolzano. La collaborazione consente oggi all’infrastruttura di essere sostenibile e di assicurare rilevanti benefici al territorio e all’intero sistema elettrico nazionale.

Il lavori, che si svolgono in coordinamento con il gestore di rete austriaco APG, coinvolgeranno diverse imprese specializzate per una durata di circa due anni.

 

Se vuoi rimanere aggiornato sulle iniziative, attività e news di settore, iscriviti ora alla newsletter di Servizi a Rete

 


Leggi anche

Presentato il nuovo piano 2020-2026 che prevede una crescita degli investimenti di ben 1,1 miliardi rispetto al documento precedente. 2 miliardi saranno destinati alle gare gas e oltre 3 miliardi all’ammodernamento delle infrastrutture. Altri punti strategici saranno l’innovazione e la digitalizzazione delle reti, con 1,1 miliardi dedicati, e la crescita in settori quali l’efficienza energetica e il servizio idrico….

Leggi tutto…

Procede la riqualificazione del sistema di illuminazione pubblica della città portato avanti dalla società del Gruppo Hera. Nel corso di quest’anno sono stati sostituiti 810 punti luce con nuove lampade a LED ed entro fine dicembre il numero di impianti efficientati toccherà le 1300 unità. Il piano, sostenuto da un investimento del Comune da 4 milioni di euro, garantirà una riduzione dei consumi energetici del 50%….

Leggi tutto…

Si tratta di uno degli investimenti più ingenti per il nostro Paese quello predisposto dal gestore della rete elettrica di trasmissione per realizzare il collegamento Chiaramonte Gulfi – Ciminna. L’elettrodotto in doppia terna a 380 kV lungo 172 km, consentirà di superare la sezione critica fra l’area orientale e l’area occidentale dell’isola e di sfruttare con maggior sicurezza l’energia generata da fonti rinnovabili….

Leggi tutto…

È arrivato il via libera da parte dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato al matrimonio tra A2A e AEB (Ambiente Energia Brianza). L’operazione di integrazione industriale prevede la cessione da parte di Unareti di alcuni asset di distribuzione gas nelle province di Milano e Bergamo e dell’intera partecipazione nella società dedicata alle attività di illuminazione pubblica ad AEB e l’ingresso di A2A nel capitale sociale di AEB….

Leggi tutto…

Lunga 19 chilometri e interamente sottomarina e interrata, la nuova linea elettrica tra Capri e la terraferma connette l’isola alla rete nazionale, con risparmi per la collettività e il sistema elettrico pari a circa 20 milioni di euro l’anno e una riduzione di 130.000 tonnellate annue di CO2. Il progetto ha visto anche la costruzione di una nuova stazione elettrica all’avanguardia, integrata nel paesaggio, che sarà il cuore dell’infrastruttura…

Leggi tutto…