Terna e Carabinieri rafforzano l’intesa per la sicurezza della rete nazionale


Le infrastrutture elettriche sono strategiche per il Paese e vanno adeguatamente protette. In questa direzione va la nuova intesa siglata da Terna, il gestore della rete di trasmissione elettrica nazionale, e l’Arma dei Carabinieri.

Intesa che rafforza, e costituisce un’evoluzione, del sistema O.D.I.N.O. (Operational Device for Information, Networking and Observation) realizzato nel 2015 dalla società sempre con l’Arma. Nello specifico, con il nuovo accordo Terna si impegna a fornire ai reparti dei Carabinieri direttamente coinvolti nella vigilanza dei siti sensibili, in quanto competenti sul territorio di riferimento, ulteriori 675 dispositivi all’avanguardia tecnologica per prevenire, gestire e contrastare eventi di allarme che interessano l’infrastruttura di trasmissione elettrica, migliorando così la capacità di tempestivo intervento. Infrastruttura che conta oltre 74.000 km di rete elettrica in alta e altissima tensione, 888 stazioni e 4 centri di controllo sul territorio.

Tra le azioni finalizzate alla tutela del sistema elettrico è prevista la sistematica geolocalizzazione delle stazioni di Terna con le connesse attività degli apparati sul campo, la comunicazione in tempo reale tra Terna e le unità dei Carabinieri e la trasmissione di immagini tra le parti finalizzata al controllo, in diretta, dei siti sorvegliati.

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale 
di Servizi a Rete per essere il primo 
a conoscere le attività

 


Leggi anche

Siglato il contratto di servizio con l’amministrazione comunale che segna l’avvio della gestione gas di Italgas nel comune del salernitano. Italgas si è aggiudicata la gara per la concessione di 12 anni, con un’offerta che ha previsto, tra l’altro, 4 milioni di investimenti per estendere la rete di ulteriori 8 chilometri, consentendo di fruire del servizio ad altre 400 famiglie…

Leggi tutto…

80 milioni di investimenti per sostituire oltre 155 chilometri di condotte in 21 comuni. Sono i numeri del nuovo piano per il risanamento delle reti idriche messo in campo dal gestore idrico pugliese, che include anche interventi per la distrettualizzazione, il controllo e il monitoraggio delle pressioni delle infrastrutture. Suddiviso in 6 lotti, il programma, che ha appena preso il via, si concluderà per la fine del 2022. …

Leggi tutto…

Agenzia Regionale del Distretto Idrografico ed EGAS, l’ente di Governo d’Ambito della Sardegna, hanno siglato la convenzione che sblocca i finanziamenti da utilizzare per rendere più efficienti le reti di distribuzione che presentano alti livelli di dispersioni. Le risorse saranno utilizzate da Abbanoa nell’ambito di un piano di interventi quadriennale che interesserà i capoluoghi di provincia, le principali città e diversi piccoli comuni…

Leggi tutto…

Nasce il RAB, organo autonomo e indipendente che garantirà la condivisione delle informazioni, il dialogo e il confronto sulle attività della Biopiattaforma, la struttura carbon neutral dedicata all’economia circolare che riunirà il termovalorizzatore e il depuratore di Sesto San Giovanni….

Leggi tutto…

Ijinus produce logger funzionanti a batteria, dal piccolo ingombro, dotati di trasmissione dati su più piattaforme, resistenti a condizioni estreme, semplici da usarsi. Cavalli di battaglia sono: i misuratori di livello a batteria, nati per lavorare in fognatura e con un software brevettato per leggere con precisione e non avere problemi con eventuali ostacoli nel cono degli Ultra Suoni; i sensori di tracimazione o overflow….

Leggi tutto…