Terna e Carabinieri rafforzano l’intesa per la sicurezza della rete nazionale


Le infrastrutture elettriche sono strategiche per il Paese e vanno adeguatamente protette. In questa direzione va la nuova intesa siglata da Terna, il gestore della rete di trasmissione elettrica nazionale, e l’Arma dei Carabinieri.

Intesa che rafforza, e costituisce un’evoluzione, del sistema O.D.I.N.O. (Operational Device for Information, Networking and Observation) realizzato nel 2015 dalla società sempre con l’Arma. Nello specifico, con il nuovo accordo Terna si impegna a fornire ai reparti dei Carabinieri direttamente coinvolti nella vigilanza dei siti sensibili, in quanto competenti sul territorio di riferimento, ulteriori 675 dispositivi all’avanguardia tecnologica per prevenire, gestire e contrastare eventi di allarme che interessano l’infrastruttura di trasmissione elettrica, migliorando così la capacità di tempestivo intervento. Infrastruttura che conta oltre 74.000 km di rete elettrica in alta e altissima tensione, 888 stazioni e 4 centri di controllo sul territorio.

Tra le azioni finalizzate alla tutela del sistema elettrico è prevista la sistematica geolocalizzazione delle stazioni di Terna con le connesse attività degli apparati sul campo, la comunicazione in tempo reale tra Terna e le unità dei Carabinieri e la trasmissione di immagini tra le parti finalizzata al controllo, in diretta, dei siti sorvegliati.

Iscriviti ora alla newsletter bimestrale 
di Servizi a Rete per essere il primo 
a conoscere le attività

 


Leggi anche

All’inizio dell’anno un repentino calo di frequenza ha praticamente diviso in due la rete elettrica europea. Il distacco immediato di 400 MW di consumatori interrompibili attivato dalla società che gestisce la nostra infrastruttura di trasmissione ha contribuito a risolvere il problema, mantenendo in equilibrio il sistema energetico nazionale e continentale …

Leggi tutto…

La nuova linea elettrica collegherà la stazione di Glorenza, in Alto Adige, con quella austriaca di Nauders, sviluppandosi per 28 chilometri e sarà completamente interrata. La sua realizzazione, che sarà completata nel giro di due anni, con un investimento di 85 milioni di euro, aumenterà la capacità di interscambio elettrico di 300 MW, raddoppiando la capacità attuale….

Leggi tutto…

Ammontano a ben 8,9 miliardi di euro, il 22% in più del vecchio documento, gli investimenti previsti dal nuovo Piano del Gestore della Rete Elettrica Nazionale. Investimenti destinati all’integrazione delle fonti rinnovabili non programmabili e all’incremento della sicurezza e resilienza del sistema, attraverso il rafforzamento dei collegamenti nord-sud e con le isole e delle interconnessioni internazionali.

Leggi tutto…

Presentato il nuovo piano 2020-2026 che prevede una crescita degli investimenti di ben 1,1 miliardi rispetto al documento precedente. 2 miliardi saranno destinati alle gare gas e oltre 3 miliardi all’ammodernamento delle infrastrutture. Altri punti strategici saranno l’innovazione e la digitalizzazione delle reti, con 1,1 miliardi dedicati, e la crescita in settori quali l’efficienza energetica e il servizio idrico….

Leggi tutto…

Procede la riqualificazione del sistema di illuminazione pubblica della città portato avanti dalla società del Gruppo Hera. Nel corso di quest’anno sono stati sostituiti 810 punti luce con nuove lampade a LED ed entro fine dicembre il numero di impianti efficientati toccherà le 1300 unità. Il piano, sostenuto da un investimento del Comune da 4 milioni di euro, garantirà una riduzione dei consumi energetici del 50%….

Leggi tutto…