Terna ha inaugurato l’Innovation Hub di Napoli

Un laboratorio di idee innovative a servizio della rete elettrica. È l’Innovation Hub appena inaugurato a Napoli da Terna, il primo nel Sud e il secondo in Italia, dopo quello aperto in primavera a Torino.

Il nuovo sito, attraverso l’interazione e lo scambio con realtà esterne, come Università, centri di ricerca, startup e imprese, punta a diventare uno spazio nel quale creare, sviluppare e testare nuove soluzioni per lo sviluppo delle reti elettriche.

Focus sul Digital to People: l’innovazione nei processi ambientali e nelle risorse umane

Più nello specifico, l’Innovation Hub di Napoli sarà focalizzato sul Digital to People, ovvero sulla trasformazione digitale dei processi aziendali e l’innovazione degli strumenti nell’area delle risorse umane e dell’organizzazione. Sono 6 le prime startup selezionate per lo sviluppo di progetti nei due ambiti: dai processi per efficientare la manutenzione degli asset, alla realizzazione di app che ricostruiscono virtualmente operazioni sul campo da utilizzare per formare il personale, alla realizzazione di una piattaforma di raccolta delle necessità formative per progettare percorsi di training personalizzato e di coaching digitale.

Il progetto è parte del percorso di innovazione e digitalizzazione a livello nazionale per il quale Terna investirà circa 700 milioni di euro nei prossimi 5 anni. L’obiettivo è di sviluppare prototipi di idee innovative focalizzate sui nuovi trend tecnologici rilevanti per il gestore della rete di trasmissione elettrica, attraverso gruppi di lavoro composti da soggetti differenti per provenienza e competenze.

Campania: da qui parte linnovazione

L’inaugurazione dell’Innovation Hub è stata anche l’occasione per Terna per lanciare un nuovo concorso che ha l’obiettivo di coinvolgere professionisti locali nella progettazione di stazioni elettriche integrate nel territorio. Concorso che prende il via proprio dalla Campania, dove a Capri Terna ha già realizzato una stazione unica nel suo genere, progettata in armonia con l’ambiente nel quale si inserisce.

«Siamo orgogliosi di proseguire questo percorso di innovazione che vuole creare sinergie tra le persone e le professionalità di Terna e le eccellenze del territorio per sviluppare idee e percorsi innovativi a beneficio di una rete elettrica sempre più moderna, efficiente, flessibile e sostenibile, in grado di favorire la transizione energetica in atto – ha commentato l’amministratore delegato di Terna, Luigi Ferraris -. L’Innovation Hub di Napoli è la conferma dell’importanza di questa città e di questa regione nella strategia di Terna che prevede nei prossimi 5 anni investimenti sulla rete elettrica Campana per oltre 536 milioni di euro».


Leggi anche

Procede la riqualificazione del sistema di illuminazione pubblica della città portato avanti dalla società del Gruppo Hera. Nel corso di quest’anno sono stati sostituiti 810 punti luce con nuove lampade a LED ed entro fine dicembre il numero di impianti efficientati toccherà le 1300 unità. Il piano, sostenuto da un investimento del Comune da 4 milioni di euro, garantirà una riduzione dei consumi energetici del 50%….

Leggi tutto…

Si tratta di uno degli investimenti più ingenti per il nostro Paese quello predisposto dal gestore della rete elettrica di trasmissione per realizzare il collegamento Chiaramonte Gulfi – Ciminna. L’elettrodotto in doppia terna a 380 kV lungo 172 km, consentirà di superare la sezione critica fra l’area orientale e l’area occidentale dell’isola e di sfruttare con maggior sicurezza l’energia generata da fonti rinnovabili….

Leggi tutto…

È arrivato il via libera da parte dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato al matrimonio tra A2A e AEB (Ambiente Energia Brianza). L’operazione di integrazione industriale prevede la cessione da parte di Unareti di alcuni asset di distribuzione gas nelle province di Milano e Bergamo e dell’intera partecipazione nella società dedicata alle attività di illuminazione pubblica ad AEB e l’ingresso di A2A nel capitale sociale di AEB….

Leggi tutto…

Lunga 19 chilometri e interamente sottomarina e interrata, la nuova linea elettrica tra Capri e la terraferma connette l’isola alla rete nazionale, con risparmi per la collettività e il sistema elettrico pari a circa 20 milioni di euro l’anno e una riduzione di 130.000 tonnellate annue di CO2. Il progetto ha visto anche la costruzione di una nuova stazione elettrica all’avanguardia, integrata nel paesaggio, che sarà il cuore dell’infrastruttura…

Leggi tutto…

In linea con la sua strategia incentrata su innovazione e sviluppo sostenibile, la multiutility fa ora parte dell’Alleanza per l’Economia Circolare, organizzazione nata nel 2017 che riunisce 17 realtà del made in Italy impegnate su questo tema. Il Gruppo è presente nel Position Paper 2020 dell’Alleanza con l’esperienza di Hera Luce, che ha messo a punto un sistema di misurazione della circolarità per l’illuminazione pubblica…

Leggi tutto…