Terna inaugura l’Innovation Hub di Torino

È stato inaugurato, presso la sede di Torino, il primo degli Innovation Hub di Terna, le piattaforme di sviluppo dell’innovazione che la società avvierà prossimamente nelle sue sedi territoriali.

L’Innovation Hub diventerà un laboratorio dove creare, sviluppare e testare concretamente nuove idee in campo energetico, grazie alla collaborazione e allo scambio con realtà esterne, come Università, centri di ricerca, startup e imprese. L’integrazione di competenze nuove e sinergiche sarà quindi il cardine di questa esperienza che parte dalla sede dell’area operativa di Torino e proseguirà presto in altre città italiane.

Nello specifico, l’Innovation Hub di Torino, sarà focalizzato sull’IoT (Internet of Things) e sui processi di monitoraggio evoluto degli impianti di trasmissione dell’energia, sviluppando quattro ambiti di progetto (satelliti, droni, robot e sensoristica evoluta) funzionali a un controllo della rete sempre più dinamico e innovativo a garanzia dell’efficienza e la sicurezza del sistema. Grazie a una gestione centralizzata dei dati, sarà possibile, tra l’altro, eseguire una manutenzione predittiva degli asset che consentirà di ridurre i costi e aumentare l’affidabilità della rete di trasmissione.

Il progetto si inserisce nel percorso di innovazione e digitalizzazione a livello nazionale per il quale Terna investirà circa 700 milioni di euro nei prossimi 5 anni. L’obiettivo, in uno scenario energetico sempre più complesso, è di sviluppare prototipi di idee innovative focalizzate sui nuovi trend tecnologici rilevanti per l’azienda, grazie alla creazione di gruppi di lavoro composti da soggetti differenti per provenienza e competenze. I progetti che verranno avviati favoriranno la diffusione della cultura dell’innovazione, la creazione di future professionalità di eccellenza e lo sviluppo di soluzioni industriali che possano avere implementazione su più larga scala.

«Siamo orgogliosi di iniziare proprio dal Piemonte e nello specifico da Torino, questo percorso di innovazione che ha l’obiettivo di creare sinergie tra le persone e le professionalità di Terna e le eccellenze del territorio per sviluppare idee e percorsi innovativi a beneficio di una rete elettrica sempre più moderna, efficiente, flessibile e sostenibile – ha commentato Luigi Ferraris, amministratore delegato di Terna, presente all’inaugurazione insieme alla sindaca di Torino Chiara Appendino -. L’Innovation Hub di Torino è la conferma dell’importanza di questa città e di questa regione nella strategia di Terna che prevede nei prossimi 5 anni investimenti sulla rete elettrica piemontese oltre 400 milioni di euro di cui oltre 100 milioni nella città di Torino e provincia».


Leggi anche

Supportato da un investimento di 19 milioni di euro, il piano messo a punto renderà più sicura ed efficiente la rete nell’area del capoluogo toscano. Prevista la posa di 15 chilometri di nuove linee in cavo interrato, che consentiranno di dismettere circa 20 chilometri di vecchi elettrodotti aerei e di demolire 78 tralicci. Inoltre, la società lascerà anche 11 chilometri di infrastrutture elettriche predisposte per la posa di fibra ottica da utilizzare per la cablatura della città …

Leggi tutto…

Notevoli i passi in avanti fatti dall’Italia negli ultimi anni nello sviluppo della rete a banda ultralarga. Progressi che però rischiano di essere insufficienti a raggiungere gli obiettivi europei: coprire entro il 2020 il 100% delle unità immobiliari con connessione a 30Mb/s ed entro il 2025 il 100% delle unità immobiliari con reti ad altissima capacità…

Leggi tutto…

In base all’accordo con l’amministrazione comunale, la società estenderà la rete di distribuzione del metano al quartiere Farina, un’area densamente popolata che sorge nella zona Sud della città. I lavori prevedono la posa di 5 chilometri di nuove condotte, in aggiunta agli 1,5 già esistenti, che permetteranno di fornire il servizio a circa l’80% dei residenti…

Leggi tutto…

Di fronte alla sfida imposta dai cambiamenti climatici e dalla trasformazione sempre più veloce delle città, la tecnologia e la digitalizzazione svolgeranno un ruolo centrale. Negli interventi istituzionali gli specialisti di enti e utilities mostreranno come le nuove tecnologie siano indispensabili per garantire la continuità dei servizi erogati, riprogettarli e migliorarne la gestione e la qualità in funzione delle nuove esigenze e in un’ottica di sostenibilità ambientale, anche grazie a una più efficiente e capillare raccolta dati….

Leggi tutto…

Cloud, Internet of Things, intelligenza artificiale: sono i driver dell’innovazione sui quali collaboreranno le due realtà per sviluppare insieme nuove soluzioni per migliorare e rendere sempre più evoluta e intelligente la gestione delle reti energetiche. A siglare l’accordo di collaborazione, Satya Nadella, CEO di Microsoft, e Marco Alverà, amministratore delegato di Snam…

Leggi tutto…