Terna inaugura l’Innovation Hub di Torino

È stato inaugurato, presso la sede di Torino, il primo degli Innovation Hub di Terna, le piattaforme di sviluppo dell’innovazione che la società avvierà prossimamente nelle sue sedi territoriali.

L’Innovation Hub diventerà un laboratorio dove creare, sviluppare e testare concretamente nuove idee in campo energetico, grazie alla collaborazione e allo scambio con realtà esterne, come Università, centri di ricerca, startup e imprese. L’integrazione di competenze nuove e sinergiche sarà quindi il cardine di questa esperienza che parte dalla sede dell’area operativa di Torino e proseguirà presto in altre città italiane.

Nello specifico, l’Innovation Hub di Torino, sarà focalizzato sull’IoT (Internet of Things) e sui processi di monitoraggio evoluto degli impianti di trasmissione dell’energia, sviluppando quattro ambiti di progetto (satelliti, droni, robot e sensoristica evoluta) funzionali a un controllo della rete sempre più dinamico e innovativo a garanzia dell’efficienza e la sicurezza del sistema. Grazie a una gestione centralizzata dei dati, sarà possibile, tra l’altro, eseguire una manutenzione predittiva degli asset che consentirà di ridurre i costi e aumentare l’affidabilità della rete di trasmissione.

Il progetto si inserisce nel percorso di innovazione e digitalizzazione a livello nazionale per il quale Terna investirà circa 700 milioni di euro nei prossimi 5 anni. L’obiettivo, in uno scenario energetico sempre più complesso, è di sviluppare prototipi di idee innovative focalizzate sui nuovi trend tecnologici rilevanti per l’azienda, grazie alla creazione di gruppi di lavoro composti da soggetti differenti per provenienza e competenze. I progetti che verranno avviati favoriranno la diffusione della cultura dell’innovazione, la creazione di future professionalità di eccellenza e lo sviluppo di soluzioni industriali che possano avere implementazione su più larga scala.

«Siamo orgogliosi di iniziare proprio dal Piemonte e nello specifico da Torino, questo percorso di innovazione che ha l’obiettivo di creare sinergie tra le persone e le professionalità di Terna e le eccellenze del territorio per sviluppare idee e percorsi innovativi a beneficio di una rete elettrica sempre più moderna, efficiente, flessibile e sostenibile – ha commentato Luigi Ferraris, amministratore delegato di Terna, presente all’inaugurazione insieme alla sindaca di Torino Chiara Appendino -. L’Innovation Hub di Torino è la conferma dell’importanza di questa città e di questa regione nella strategia di Terna che prevede nei prossimi 5 anni investimenti sulla rete elettrica piemontese oltre 400 milioni di euro di cui oltre 100 milioni nella città di Torino e provincia».


Leggi anche

Conclusi con 5 mesi di anticipo sul programma i lavori per dotare il capoluogo siciliano di un’infrastruttura a banda ultralarga. L’opera, realizzata con un investimento di 90 milioni di euro, ha visto la posa di oltre 2.800 chilometri di fibra ottica in modalità FTTH, garantendo a ben 224.000 unità immobiliari una velocità di connessione di 1 Gigabit al secondo …

Leggi tutto…

La società partecipata da Enel e Cassa depositi e presiti Spa si aggiudica anche il terzo bando per la progettazione, realizzazione e gestione in modalità wholesale della rete pubblica nelle aree a fallimento di mercato. Bando che in questo caso riguarda le aree bianche di Puglia, Calabria e Sardegna dove l’infrastruttura sarà costruita con un finanziamento pubblico di 103 milioni di euro…

Leggi tutto…

È pronta la graduatoria dei progetti che saranno finanziati dal bando Lumen, promosso dalla Regione per ammodernare e rendere più efficiente l’illuminazione pubblica. Accedono ai finanziamenti, per 36 milioni di euro, 28 progetti che coinvolgono ben 125 comuni, e che attraverso l’adozione di soluzioni all’avanguardia potranno anche offrire nuovi servizi in ottica smart city …

Leggi tutto…

Le due società starebbero lavorando a un accordo commerciale che prevede l’affitto di capacità in fibra ottica da parte di Open Fiber a Tim nelle aree a fallimento di mercato. L’accordo permetterebbe a Tim di far migrare i suoi clienti dalla rete in rame a quella in fibra, ma potrebbe essere il primo passo verso un’intesa più strutturata che riguarda la rete unica e lo sviluppo della banda ultralarga…

Leggi tutto…

Al via l’ammodernamento della pubblica illuminazione nei 21 comuni del bresciano. Il progetto, lanciato dalla Provincia di Brescia, ha come partner Engie Italia, e prevede la sostituzione di oltre 23.000 corpi illuminanti con lampade a led, la realizzazione di 70 km di nuove linee elettriche e cavidotti e interventi in ottica smart city, come l’installazione di unità wi-fi, centraline meteo, videosorveglianza…

Leggi tutto…