Terna razionalizza la rete elettrica del novarese

Intesa raggiunta tra Terna, Regione Piemonte, Ente Parco del Ticino e le amministrazioni comunali di Borgo Ticino, Cameri, Varallo Pombia, Pombia, Marano Ticino, Oleggio e Bellinzago Novarese, per la condivisione del tracciato definitivo della variante in cavo dell’elettrodotto aereo esistente a 132 kV Mercallo-Cameri.

Si tratta di un’opera importate per garantire una maggiore efficienza e sostenibilità della rete elettrica locale. L’intervento, infatti, consentirà la realizzazione di un nuovo tratto interrato tra Cameri e Borgo Ticino, entrambi comuni in provincia di Novara, della lunghezza di oltre 22 chilometri. La realizzazione di questa nuova tratta permetterà così la demolizione di un tratto aereo di circa 21 km. Inoltre, è stata previsto anche lo smantellamento di ulteriori 3 chilometri di linee dell’elettrodotto 220 kV Magenta – Pallanzeno che insiste nel comune di Borgo Ticino. In totale saranno dismessi oltre 100 sostegni elettrici, a tutela della sostenibilità e della bellezza del territorio. Gli interventi di demolizione interesseranno anche il Parco Naturale del Ticino dove Terna provvederà allo smantellamento di 5 chilometri di linea aerea e 28 tralicci. Grazie all’accordo ora si procederà con l’iter autorizzativo dell’opera che la società che gestisce il servizio di trasmissione dell’energia elettrica conta di concludere entro la fine di quest’anno.


Leggi anche

La multiutility di Mantova lo scorso anno ha registrato la miglior performance di sempre, con il valore della produzione schizzato a 276,4 milioni di euro e utili per 17,5 milioni, come attestato dal bilancio 2018, appena approvato dall’assemblea dei soci. Presentato anche il nuovo Piano industriale 2019-2023 con investimenti previsti per 250 milioni di euro, con un particolare impegno sulla sostenibilità e sulla digitalizzazione delle infrastrutture …

Leggi tutto…

A realizzarla sarà l’associazione temporanea di imprese, costituita da Varese Risorse, A2A Illuminazione Pubblica e Di Bella Costruzioni, che si è aggiudicata il bando da 30 milioni di euro e della durata di 6 anni. Questo prevede l’installazione di oltre 28.000 nuovi punti luce a Led, gestiti da remoto, che garantiranno un risparmio sui consumi energetici del 65% e la mancata emissione di 2400 tonnellate di CO2…

Leggi tutto…

La collaborazione ha l’obiettivo di promuovere la ricerca nel campo della sicurezza per accompagnare la transizione energetica in atto. Parte della partnership sarà focalizzata sulla sperimentazione di prototipi di Smart military district, distretti energetici intelligenti dove si può massimizzare l’efficienza, l’approvvigionamento da fonti sostenibili, l’autoconsumo e la gestione dei flussi energetici in tempo reale in un ambiente totalmente sicuro…

Leggi tutto…

I due gruppi hanno sottoscritto un term sheet per il riassetto delle attività di distribuzione gas e lo sviluppo di una società di commercializzazione dell’energia nei territori di Veneto, Friuli e Lombardia. Grazie a questa operazione, Ascopiave cresce nella distribuzione gas, diventando il primo operatore del Nord-Est, mentre Hera supera il target dei 3 milioni di clienti energy…

Leggi tutto…

La società ha completato il Pan, Puglia active network, il grande progetto per rendere smart la rete di distribuzione pugliese. Avviato nel 2014 con un investimento di 170 milioni di euro cofinanziato al 50% dalla Commissione europea, il programma ha reso l’infrastruttura regionale intelligente e flessibile: oggi è pronta ad accogliere l’energia prodotta da oltre 44.000 impianti rinnovabili e dispone di una rete per la ricarica dei veicoli elettrici …

Leggi tutto…