Terna realizza una rete più moderna e sicura per Venezia

Sono stati conclusi, ed è già entrato in esercizio, i lavori per la posa del cavo interrato da 132.000 volt C.P. Sacca Serenella – C.P. Cavallino, avviati da Terna per l’ammodernamento della rete elettrica della laguna di Venezia.
Il tratto appena entrato in funzione è lungo 14 chilometri, dei quali 10 sottomarini, e rappresenta il primo tratto dell’opera.
Il gestore della rete elettrica nazionale ha avviato anche i lavori del secondo tratto, che completa il progetto. Si tratta dell’elettrodotto in cavo interrato a 132.000 volt Fusina 2 – C.P. Sacca Fisola, che sarà ultimato entro la fine dell’anno e consentirà lo smantellamento di 6,5 chilometri dell’attuale linea aerea che insiste nella laguna.
L’opera nel complesso comporta per l’azienda un investimento di 55 milioni di euro e costituisce un passaggio importante per il compimento del piano strategico 2018-2022, che prevede in Veneto investimenti per oltre 300 milioni.
«Il lavoro appena concluso rappresenta la prima tappa per assicurare a Venezia una rete elettrica più moderna, sicura e sostenibile – ha commentato l’amministratore delegato di Terna, Luigi Ferraris -. L’impegno è di continuare il dialogo con l’amministrazione comunale, con le altre istituzioni e con i cittadini per completare il piano di interventi previsto».


Leggi anche

Oltre 27 milioni di euro per i lavori, durati 5 anni, di ammodernamento dell’intera infrastruttura di distribuzione elettrica a servizio della città e dei comuni della sua provincia. Realizzate tre nuove cabine primarie, 250 km di linee di ultima generazione, per un’opera ad altissimo livello di automazione che garantirà affidabilità e flessibilità al sistema elettrico di un’area a forte vocazione industriale …

Leggi tutto…

È quanto previsto dal provvedimento appena approvato dal Consiglio regionale. Le risorse andranno a sostenere i progetti dei Comuni per rendere più efficiente, sotto il profilo economico e ambientale l’illuminazione, migliorare la qualità del servizio e implementare servizi evoluti in ottica smart city. I finanziamenti, a fondo perduto, copriranno fino all’80% del costo degli interventi …

Leggi tutto…

Mettendo a frutto le competenze di Aliplast, società di Herambiente specializzata nel trattamento e riciclo della plastica, e la collaborazione con Idrotherm 2000, il Gruppo ha sviluppato delle tubazioni strutturate in Pe con un contenuto del 70% di materiale riciclato. Un chilometro di nuove condotte è stato già posato nei lavori sulla rete elettrica a Imola e Modena e a gennaio altri 2 km saranno posati nel cantiere sulla rete fognaria nel territorio di Rimini…

Leggi tutto…

Obiettivo del bando è lo sviluppo di reti intelligenti integrate con soluzioni Ict che aiutino a migliorare l’efficienza delle infrastrutture elettriche di distribuzione presenti sul territorio lucano. Aperta ai titolari delle reti di distribuzione, la gara prevede un finanziamento non inferiore a 1 milione per progetto. Il termine ultimo per presentare la candidatura è il 15 settembre…

Leggi tutto…

L’amministratore comunale ha presentato un progetto per rendere più efficiente il sistema di illuminazione della città del valore di 5 milioni di euro, da finanziare in gran parte, circa 3,8 milioni, con fondi europei. Prevede la sostituzione di 5000 corpi illuminanti del centro storico con nuove lampade a Led e di 135 quadri elettrici…

Leggi tutto…