Tim: 2500 comuni raggiunti dalla rete a banda ultralarga


Con il cantiere di Città Sant’Angelo, in provincia di Pescara, arrivano a 2500 i comuni italiani serviti dalla rete a banda ultralarga di Tim.
Nella cittadina abruzzese, il programma della società ha consentito di collegare la quasi totalità del territorio, per una copertura pari a 4.500 unità immobiliari, con una connessione Fttc (Fiber to the cabinet) che mette a disposizione una velocità fino a 200 megabit al secondo in download.
Il cantiere, realizzato con un investimento di 500.000 euro, ha visto la posa di oltre 35 chilometri di cavi in fibra ottica, che collegano 29 armadi stradali alle centrali di Città Sant’Angelo e di Marina di Città Sant’Angelo.
Città Sant’Angelo è quindi il 2.500° comune italiano scelto da Tim per il lancio dei servizi a banda ultralarga, caratterizzati da una velocità massima che varia da 100 fino a 1.000 megabit al secondo in download, a seconda dell’architettura di rete scelta, per una copertura dell’80% del territorio nazionale con oltre 19 milioni di abitazioni raggiunte. Le connessioni superveloci in tecnologia Ftth, caratterizzate da una velocità fino a 1 Gigabit, sono invece disponibili in 116 comuni – tra le quali 30 grandi città – per una copertura complessiva di oltre 2,9 milioni di abitazioni.
Entro il 2020 la società continuerà lo sviluppo delle reti a banda ultralarga rendendo disponibili connessioni ultrabroadband Ftth in ulteriori località fino a raggiungere 100 grandi città. Saranno inoltre lanciati i primi servizi 5G, dopo i successi delle sperimentazioni tecnologiche e dell’installazione delle prime antenne di nuova generazione già accese a Torino, San Marino, Bari e Matera (in queste ultime due città insieme a Fastweb e Huawei).


Leggi anche

Internet of Things e i processi di monitoraggio evoluto degli impianti di trasmissione dell’energia per un controllo della rete sempre più evoluto e dinamico, focus della prima delle piattaforme dedicate all’innovazione che la società avvierà nelle sue sedi territoriali. Il progetto è parte del piano di digitalizzazione nel quale Terna investirà 700 milioni di euro nei prossimi 5 anni….

Leggi tutto…

Il bando, che Open Fiber si è aggiudicato, riguarda lo sviluppo della banda ultralarga nelle aree a fallimento di mercato in Puglia, Calabria e Sardegna. Il contratto prevede la costruzione e la gestione per 20 anni dell’infrastruttura pubblica che collegherà 317.000 unità immobiliari in 959 comuni per oltre 400.000 cittadini interessati, con un investimento pubblico di 103 milioni di euro…

Leggi tutto…

Uno studio realizzato da Idate e presentato alla FTTH Conference 2019 sottolinea come il nostro Paese abbia registrato il maggior tasso di crescita delle connessioni in modalità FTTH-FTTB in Europa, con il numero delle unità immobiliari passato da 4,4 a 6,3 milioni da settembre 2017 allo stesso mese del 2018. Un incremento del 43,1% a fronte di una media continentale del 15,7% …

Leggi tutto…

Saranno completati entro quest’anno i lavori per portare la rete in fibra ottica in modalità FTTH in oltre 70.000 unità immobiliari della città lombarda. A velocizzare le opere, portate avanti da Open Fiber con un investimento di 16 milioni di euro, la collaborazione con A2A Smart City che, ponendosi come gestore unificato delle infrastrutture fisiche per le telecomunicazioni, ne favorisce un utilizzo coordinato e ottimizzato…

Leggi tutto…

La società di Enel e Cassa depositi e prestiti ha scelto Nokia come partner per la fornitura dei servizi Gigabit nei clusters C e D e per spianare la strada ai futuri sviluppi e alle opportunità offerte dalle tecnologie banda ultra-larga. Le soluzioni della società finlandese consentono infatti di offrire connessioni fino a 10 Gigabit al secondo e nel futuro fino a 40 Gbps…

Leggi tutto…