Tubone della Valdinievole: eseguito un “intervento record” tra Baccane (Cerreto Guidi) e Castelmartini (Larciano)

Nell’ambito dei lavori di Acque per il cosiddetto Tubone (il collettore fognario che convoglierà i reflui di tutta la Valdinievole, di Cerreto Guidi e di parte di Fucecchio verso il depuratore industriale di Santa Croce sull’Arno) si è tenuto un intervento senza precedenti nella storia del servizio idrico in Italia e con ogni probabilità in quella dei servizi pubblici a livello europeo.

Si tratta della posa in opera di un lungo tratto di condotta tramite “T.O.C.”, acronimo che sta per “Trivellazione Orizzontale Controllata”. La novità non sta tanto nella tecnica in sé – che viene anzi usata frequentemente per installare cavi e tubazioni nel sottosuolo senza dover ricorrere a sistemi di scavo a cielo aperto – quanto nei numeri dell’operazione. A cavallo tra i comuni di Larciano e Cerreto Guidi, è stata infatti posata (o, per meglio dire, “tirata”) una porzione di condotta di:

  • 900 millimetri di diametro
  • una lunghezza di circa 300 metri
  • un peso complessivo intorno alle 50 tonnellate
  • a una profondità di 8 metri sotto il livello della strada.

 

La tecnica scelta

L’ambizioso progetto si è reso necessario alla luce del particolare contesto in cui la ditta incaricata da Acque per i lavori del Lotto 3 del Tubone era chiamata a intervenire, vista la contestuale presenza della strada regionale “Francesca Nord”, dei due fossi ad essa perpendicolari e dei loro argini. È qui che è diventato indispensabile applicare la trivellazione orizzontale controllata, al posto della più tradizionale tecnica dello “spingitubo”.

A differenza di quest’ultima, la tecnica “T.O.C.” prevede una perforazione del terreno con l’uso di aste, guidate da una “testa fresante” che prepara il percorso per la condotta. Una volta creato il “tunnel” alla profondità stabilita, la tubazione viene agganciata e tirata all’interno dello scavo tramite un macchinario che si trova all’estremità opposta. In questo modo è stato possibile attraversare la strada senza alcuna ripercussione sulla viabilità, raggiungendo la profondità ideale e utilizzando cantieri ridotti, limitando così anche l’impatto ambientale dell’operazione.

 

Curiosità

Stabilito il nuovo “record” per dimensione della condotta posata e lunghezza del percorso realizzato, Acque lo ripeterà nei prossimi mesi, quando nell’ambito del Lotto 4 del Tubone (tratto che va dal depuratore di Pieve a Nievole a quello di Uggia, nel comune di Monsummano Terme) saranno realizzati altri due attraversamenti sempre con tecnica “T.O.C.”.

 

Guarda il video


 


Leggi anche

Interessano la zona Ovest della città i lavori per la realizzazione di una tratta del Mosav, la grande “autostrada dell’acqua”, progettata per assicurare l’approvvigionamento idrico all’intero territorio regionale. L’intervento prevede la posa di 2,3 chilometri di condotte, per un investimento di 2,4 milioni di euro. Il percorso attraverserà un raccordo di connessione all’Autostrada A4 e il fiume Retrone: in entrambi i casi si ricorrerà alle tecnologie no-dig….

Leggi tutto…

Al mosaico di opere per la realizzazione del grande collettore fognario lungo 24 chilometri che convoglierà i reflui di tutta la Valdinievole, di Cerreto Guidi e di parte di Fucecchio al depuratore industriale presente a Santa Croce si aggiunge l’ultimo lotto. Questo prevede la posa 7,6 chilometri di condotte, in parte con la tecnica della trivellazione orizzontale controllata, per un investimento di 13,5 milioni….

Leggi tutto…

In Gazzetta Ufficiale, italiana ed europea, il bando per le opere di razionalizzazione del sistema fognario e depurativo nel comune della provincia di Cuneo. I lavori prevedono il potenziamento di un depuratore e la dismissione di un secondo impianto, la posa di alcune tratte di rete fognaria, parte delle quali con la tecnica no-dig, e l’installazione di impianti fotovoltaici. Ultimo giorno per le offerte il 19 ottobre…

Leggi tutto…

Durante l’ottava edizione dal titolo “L’impegno del Servizio Idrico Integrato al tempo dei cambiamenti climatici. Strumenti, progetti e soluzioni tecniche”, esperti provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento ad Ercolano per confrontarsi e mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti. Questo sarà uno degli interventi in programma all’interno della sessione Interventi e tecnologie per la resilienza delle infrastrutture. Per saperne di più leggi l’abstract e iscriviti ora….

Leggi tutto…

Durante l’ottava edizione dal titolo “L’impegno del Servizio Idrico Integrato al tempo dei cambiamenti climatici. Strumenti, progetti e soluzioni tecniche”, esperti provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento ad Ercolano per confrontarsi e mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti. Questo sarà uno degli interventi in programma all’interno della sessione Interventi e tecnologie per la resilienza delle infrastrutture. Per saperne di più leggi l’abstract e iscriviti ora….

Leggi tutto…