Tubone della Valdinievole: eseguito un “intervento record” tra Baccane (Cerreto Guidi) e Castelmartini (Larciano)

Nell’ambito dei lavori di Acque per il cosiddetto Tubone (il collettore fognario che convoglierà i reflui di tutta la Valdinievole, di Cerreto Guidi e di parte di Fucecchio verso il depuratore industriale di Santa Croce sull’Arno) si è tenuto un intervento senza precedenti nella storia del servizio idrico in Italia e con ogni probabilità in quella dei servizi pubblici a livello europeo.

Si tratta della posa in opera di un lungo tratto di condotta tramite “T.O.C.”, acronimo che sta per “Trivellazione Orizzontale Controllata”. La novità non sta tanto nella tecnica in sé – che viene anzi usata frequentemente per installare cavi e tubazioni nel sottosuolo senza dover ricorrere a sistemi di scavo a cielo aperto – quanto nei numeri dell’operazione. A cavallo tra i comuni di Larciano e Cerreto Guidi, è stata infatti posata (o, per meglio dire, “tirata”) una porzione di condotta di:

  • 900 millimetri di diametro
  • una lunghezza di circa 300 metri
  • un peso complessivo intorno alle 50 tonnellate
  • a una profondità di 8 metri sotto il livello della strada.

 

La tecnica scelta

L’ambizioso progetto si è reso necessario alla luce del particolare contesto in cui la ditta incaricata da Acque per i lavori del Lotto 3 del Tubone era chiamata a intervenire, vista la contestuale presenza della strada regionale “Francesca Nord”, dei due fossi ad essa perpendicolari e dei loro argini. È qui che è diventato indispensabile applicare la trivellazione orizzontale controllata, al posto della più tradizionale tecnica dello “spingitubo”.

A differenza di quest’ultima, la tecnica “T.O.C.” prevede una perforazione del terreno con l’uso di aste, guidate da una “testa fresante” che prepara il percorso per la condotta. Una volta creato il “tunnel” alla profondità stabilita, la tubazione viene agganciata e tirata all’interno dello scavo tramite un macchinario che si trova all’estremità opposta. In questo modo è stato possibile attraversare la strada senza alcuna ripercussione sulla viabilità, raggiungendo la profondità ideale e utilizzando cantieri ridotti, limitando così anche l’impatto ambientale dell’operazione.

 

Curiosità

Stabilito il nuovo “record” per dimensione della condotta posata e lunghezza del percorso realizzato, Acque lo ripeterà nei prossimi mesi, quando nell’ambito del Lotto 4 del Tubone (tratto che va dal depuratore di Pieve a Nievole a quello di Uggia, nel comune di Monsummano Terme) saranno realizzati altri due attraversamenti sempre con tecnica “T.O.C.”.

 

Guarda il video


 


Leggi anche

Conclusa con successo l’emissione di titoli verdi della multiutility, con ordini per 2,6 volte maggiori rispetto all’ammontare offerto. I proventi dell’operazione andranno a finanziare progetti di economia circolare e transizione energetica, quali lo sviluppo del teleriscaldamento, delle rinnovabili e della resilienza delle reti, in linea con la Tassonomia europea…

Leggi tutto…

Grazie al suo forte know-how nelle tecnologie degli smart meter, Bitron S.p.A. è stata selezionata da Italgas Reti S.p.A. per la progettazione e la prototipazione di un nuovo smart meter per il gas. La collaborazione prevede anche la produzione di contatori intelligenti con l’obiettivo di una sperimentazione sul campo in tutta Italia….

Leggi tutto…

Si stima che solo l’1% dei dati provenienti dalle reti idriche venga utilizzato in modo efficace. Software specifici permettono di sbloccare le potenzialità del flusso di dati dall’impianto di distribuzione idrica ed effettuare l’analisi in modo da ottenere una panoramica complessiva dell’intera infrastruttura della rete….

Leggi tutto…

È un bilancio importante quello dei progetti presentati nel semestre maggio-ottobre dal gestore idrico per beneficiare dei fondi PNRR e FSC finalizzati a migliorare l’intero ciclo idrico in tutta la città. 13 i progetti proposti, che comprendono opere per la riduzione delle perdite, il completamento della distrettualizzazione delle reti, l’ammodernamento dei serbatoi, il potenziamento del sistema fognario e la risoluzione dei problemi di inquinamento dei torrenti…

Leggi tutto…

Digitalizzare per superare l’emergenza idrica. Onyax propone le soluzioni IoT adatte ai gestori del servizio idrico integrato utili a ridurre gli sprechi, migliorare la gestione ed efficientare i processi. Piattaforma e dispositivi low-power dedicati al monitoraggio remoto e all’analisi dei parametri in tempo reale. …

Leggi tutto…