Un 2016 in forte crescita per Iren


Il 2016 è stato un ottimo anno per Iren. A dirlo i dati del bilancio approvato dal Consiglio d’Amministrazione della multiutility, che vedono tutti gli indicatori in crescita a doppia cifra percentuale, con un utile netto in incremento di oltre il 47% e un dividendo in aumento del 14% rispetto al 2015.
Più nello specifico, il Gruppo nel 2016 ha conseguito ricavi pari a 3,3 miliardi di euro (+6,1%) e un margine operativo lordo di 814,2 milioni di euro, in crescita del 20,1% rispetto all’anno precedente, grazie al contributo sia dei business regolati sia di quelli non regolati. Un risultato al quale hanno contribuito tutte le Business Unit, ma particolarmente importante è stata anche la crescita per linee esterne, che sul margine operativo lordo dell’anno vale circa 53 milioni di euro e si riflette principalmente sulla Business Unit ambiente, grazie al consolidamento integrale di Trm, che gestisce il termovalorizzatore di Torino. Il contributo dell’attività di consolidamento incorpora anche quello di Atena, la multiutility di Vercelli attiva sia sulla filiera energetica che sui business regolati.
Nei territori di riferimento, il Gruppo ha continuato a investire per confermare il proprio ruolo di motore dello sviluppo e polo aggregatore, destinando alle operazioni di acquisizione (Trm, Atena Vercelli, Gaia, Rei, Recos) circa 120 milioni di euro, oltre ai 270 milioni di investimenti destinati alla crescita delle filiere operative.
Completa il quadro la riduzione del rapporto debito netto/Ebitda a 3.0x, un risultato raggiunto in anticipo di 2 anni rispetto ai target di business plan, che garantisce una maggiore flessibilità finanziaria per cogliere eventuali future opzioni di crescita.
A beneficiare di tale quadro saranno anche i Comuni soci, per i quali il CdA ha deliberato una proposta di dividendo pari a 0,0625 euro per azione che porterà un bel po’ di soldi nelle loro casse. Per FSU, la holding che riunisce pariteticamente i comuni di Torino e Genova, significa un introito di 26,5 milioni di euro, ma interessanti sono anche le quote destinate ai comuni emiliani di Reggio Emilia (6,2 milioni di euro), Parma (3,7 milioni di euro) e Piacenza (1,2 milioni di euro).


Leggi anche

Con la realizzazione del terzo lotto dei lavori nell’area di Osmannoro, e l’eliminazione degli scarichi diretti nell’omonimo Fosso, tutti i reflui del comune fiorentino sono ora collettati al depuratore di San Colombano. L’ultimo intervento, appena concluso, è stato realizzato con un investimento di 3 milioni di euro e ha visto la posa di 6 chilometri di nuove condotte …

Leggi tutto…

L’assemblea dei soci dell’azienda che gestisce il servizio idrico nei comuni della provincia di Grosseto e in 27 di quella di Siena ha nominato il nuovo consiglio di amministrazione. La carica di presidente è andata a Renai, mentre nel ruolo di amministratore delegato è stato confermato Piero Ferrari. Intanto la società è in attesa dell’ok di Arera per il prolungamento della convenzione di affidamento del servizio dal 2026 al 2031…

Leggi tutto…

Stefano Donnarumma, AD della multiutility capitolina, e Federico Testa, presidente dell’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, hanno siglato il protocollo d’intesa che dà il via alla collaborazione tra le due realtà. Obiettivo della partnership lo sviluppo di progetti sostenibili nel settore idrico e nei servizi ambientali, per i quali Enea fornirà know how e soluzioni innovative che Acea metterà in campo …

Leggi tutto…

Aggiudicato all’impresa cagliaritana InCo il maxi appalto per l’efficientamento delle reti di distribuzione a servizio dei comuni di Sorso, Sennori, Valledoria, Santa Maria Coghinas, Tergu e Viddalba. L’opera del valore di 3,6 milioni di euro prevede la sostituzione di oltre 15 chilometri delle vecchie condotte di distribuzione, ormai ammalorate, e il rifacimento degli allacci d’utenza…

Leggi tutto…

In base all’accordo con l’amministrazione comunale, la società estenderà la rete di distribuzione del metano al quartiere Farina, un’area densamente popolata che sorge nella zona Sud della città. I lavori prevedono la posa di 5 chilometri di nuove condotte, in aggiunta agli 1,5 già esistenti, che permetteranno di fornire il servizio a circa l’80% dei residenti…

Leggi tutto…