Un green bond da 500 milioni per A2A

Nuova operazione di finanza verde condotta in porto da A2A. La multiutility ha appena collocato sul mercato un green bond del valore di 500 milioni di euro, che andrà a finanziare una serie di progetti sostenibili.

A testimoniare il successo dell’operazione, il grande interesse riscosso dall’emissione, che ha fatto registrare richieste per 1,6 miliardi di euro. Una cifra più di tre volte superiore all’ammontare offerto.
 

Finanziare progetti green

Le nuove risorse entrate nelle casse di A2A serviranno a supportare una serie di progetti strategici nel campo dell’economia circolare e della transizione energetica. Progetti, definiti all’interno del Sustainable Finance Framework, che riguarderanno:

  • lo sviluppo delle rinnovabili
  • il settore ambientale
  • le reti

Un programma di opere con le quali la multiutility darà un contributo più generale alla transizione ecologica del Paese

Progetti allineati alla Tassonomia Europea, ovvero il regolamento che elenca le attività economiche che possono essere considerate sostenibili, in particolare quello relativo all’obiettivo “mitigazione dei cambiamenti climatici”. Proprio a garanzia della massima trasparenza sotto questo profilo, A2A si è impegnata a indicare, nell’ambito del reporting di allocazione delle risorse proventi del green bond, l’ammontare effettivo di investimenti allineati al regolamento europeo che saranno finanziati.
 

L’operazione

Della durata di 12 anni, il bond, destinato agli investitori istituzionali ed emesso a valere sul Programma Euro Medium Term Notes, si basa sul Sustainable Finance Framework di Gruppo, l’insieme di linee guida che rafforzano il legame fra strategia finanziaria e strategia sostenibile. Il titolo è stato collocato a un prezzo di emissione pari a 99,204%, avrà un rendimento annuo pari allo 1,071% e una cedola dell’1%.

L’operazione di collocamento è stata curata da BNP Paribas e Goldman Sachs International in qualità di global coordinators, e in qualità di Joint Bookrunners da:

  • Citi
  • IMI-Intesa Sanpaolo
  • JP Morgan
  • Mediobanca
  • Santander
  • Société Générale
  • Unicredit

Ad assistere A2A lo studio legale Orrick e le banche da Allen & Overy

 


Leggi anche

È il messaggio forte che arriva dal convegno organizzato dalla rete costituita da 14 aziende pubbliche lombarde attive nel settore dei servizi ambientali, che servono 458 comuni dove vive un terzo della popolazione della regione. Rete che, grazie alle sinergie industriali, ha permesso la creazione un primo ciclo integrato completo nella gestione ambientale, e che si candida a giocare un ruolo cruciale nel percorso di transizione ecologica…

Leggi tutto…

Sottoscritto con un pool di banche internazionale, il finanziamento consentirà al gestore di 45 comuni toscani di raggiungere diversi obiettivi di sostenibilità, tra i quali una drastica riduzione delle perdite idriche. Permetterà anche di effettuare nuovi investimenti e di acquisire, a partire dal prossimo anno, la gestione del servizio nel comune di Fiesole…

Leggi tutto…

L’intervento di abbattimento è l’atto simbolico che dà il via alla transizione ecologica del vecchio impianto, che verrà sostituito da quello totalmente carbon neutral e di nuova concezione che entrerà in funzione nella primavera del 2023. L’intera operazione è stata realizzata da Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano e da ZEROC, la nuova società che gestirà le attività della Biopiattaforma…

Leggi tutto…

Le risorse ottenute con la nuova operazione di finanza sostenibile andranno a sostenere i progetti green della multiutility, in particolare la digitalizzazione delle reti di distribuzione energetica e il miglioramento della raccolta e differenziazione dei rifiuti. I titoli hanno un taglio unitario minimo di 100.000 euro e scadono il 17 gennaio 2031…

Leggi tutto…

Con l’acquisizione della società veneta, il Gruppo Hera consolida ulteriormente la propria leadership nel settore ambiente. Da questa e le altre due operazioni analoghe effettuate nel primo semestre 2021 nell’ambito del trattamento rifiuti industriali, si stima un contributo consolidato al margine operativo lordo della multiutility per circa 20 milioni di euro….

Leggi tutto…