Un naso elettronico per l’ispezione delle reti gas


All’apparenza è un’auto comune, in realtà è molto di più: un mezzo dotato di “naso elettronico” per rilevare la presenza di fughe di gas. È l’innovativa tecnologia che AcegasApsAmga sta utilizzando nella ricerca perdite nel campo della distribuzione del gas. Il mezzo è costituito da una Fiat Doblò, di colore bianco, con la scritta “Ispezioni reti gas” sulla fiancata, dotata di otto piccoli tubi, collocati nella parte anteriore per aspirare una quantità di aria a livello del terreno, e di un sistema che permette di effettuarne l’analisi in tempo reale, in modo da individuare l’eventuale presenza di gas. Il mezzo può operare anche in presenza di vento, grazie a un particolare tappetto che, scendendo da sotto il veicolo, crea una campana d’aria che impedisce agli agenti esterni di influenzare l’analisi.
All’interno del mezzo è poi installato un computer dotato di Gps, sul quale è riportata anche la mappa delle reti, con colori diversi a seconda della pressione, che quando il sistema completa l’ispezione di una strada, provvede in automatico ad aggiornarne lo stato, colorandola di un altro colore, il tutto mentre l’operatore controlla l’operazione da un piccolo monitor. Tutto il processo dura solo qualche minuto. Sempre in automatico, il sistema avverte anche quando è necessario procedere con l’ispezione manuale. Con questo mezzo attrezzato l’azienda, che fa parte del gruppo Hera, lo scorso anno ha ispezionato 765 chilometri di rete ad alta e media pressione e 1.850 a bassa pressione di 70 Comuni in provincia di Udine, compreso il capoluogo, rilevando 34 dispersioni.
Le perdite vengono poi classificate in modo da provvedere alla loro eliminazione secondo il livello di priorità.


Leggi anche

La società del gruppo Hera, attiva in 124 Comuni di Veneto e Friuli Venezia Giulia, mette a disposizione di imprese e professionisti un nuovo servizio che consente di reperire in modo semplice e veloce on line le cartografie dei propri sottoservizi attraverso Google Maps. …

Leggi tutto…

La gestione di reti complesse e capillari per il trasporto e la distribuzione di gas, acqua, energia elettrica può trarre notevoli vantaggi in termini economici e di efficienza del sistema dall’utilizzo delle soluzioni geospaziali. Sono infatti molteplici le applicazioni che richiedono la componente geografica che, di fatto, è ormai pervasiva nel mondo delle utilities. La tecnologia Esri è la soluzione privilegiata da molte aziende….

Leggi tutto…

La sensibilizzazione al territorio assume oggi nuove forme comunicative e soprattutto differenti programmi che puntano soprattutto alla dimostrazione di quello che si deve fare per il territorio e soprattutto COME. Il programma elettorale di un candidato Sindaco del comune di Vasto (CH) propone argomenti come la ricerca perdite idriche, il risanamento no dig delle reti acquedotto, la videoispezione e mappatura delle reti fognarie.

Leggi tutto…

Il nuovo nome riflette l’impegno di Hexagon verso gli enti governativi, le utilities e le aziende che si occupano di security. Hexagon Safety & Infrastructure si propone come fornitore di soluzioni mission-critical e business-critical per le autorità pubbliche e i service provider per migliorare i servizi pubblici, per la sicurezza della popolazione e delle infrastrutture.

Leggi tutto…

Un territorio smart è quello che garantisce un elevato livello di qualità di vita anche e soprattutto in relazione ai servizi offerti alla collettività. Gruppo CAP e Regione Lombardia in occasione della XIX Conferenza ASITA vi invitano al convegno
Mercoledì 30 settembre, 11.00-13.30 – Polo di Lecco del Politecnico di Milano.
La Sessione ha ricevuto accreditamento CFP presso gli Ordini degli Architetti e dei Geometri di Lecco e dei Geologi della Lombardia.

Leggi tutto…