Un nuovo Green Bond da 200 milioni di euro per Iren

Nuove risorse per i progetti sostenibili di Iren. La multiutility ha concluso con successo un nuovo prestito obbligazionario nella forma di Green Bond. Questa volta di un importo di 200 milioni di euro. L’operazione di finanza sostenibile si colloca all’interno della riapertura del Green Bond da 300 milioni di euro emesso lo scorso dicembre. Si tratta della quarta di questo tipo realizzata da Iren, che ne fanno la prima multiutility italiana per numero di Green Bond per complessivi 2 miliardi di euro.

I titoli hanno un taglio unitario minimo di 100.000 euro e scadono il 17 gennaio 2031. Pagano una cedola lorda annua pari allo 0,25% e sono stati collocati a un prezzo di emissione pari a 94,954%. Il collocamento è stato effettuato a valere sul Programma Euro Medium Term Notes (EMTN), depositato presso il mercato regolamentato della Borsa Irlandese (Euronext Dublin).
 

Progetti sostenibili

Le risorse portate dal Green Bond serviranno a rifinanziare una serie di progetti, la cui corrispondenza a precisi criteri ambientali è assicurata da un ente esterno, DNV GL, società di registrazione e classificazione accreditata a livello internazionale. Progetti che riguardano principalmente l’installazione di smart meter e il miglioramento della raccolta e differenziazione dei rifiuti.

Con i Green Bond emessi, Iren sta sostenendo una serie di attività green che riguardano:

  • l’efficienza energetica
  • l’utilizzo delle fonti rinnovabili
  • la depurazione dei reflui
  • l’efficientamento della gestione del ciclo dei rifiuti e del riciclo
  • l’e-mobility
  • l’efficientamento dei servizi idrici

Attività che nel complesso lo scorso anno hanno permesso di evitare le emissioni di 1.670.366 di tonnellate di CO2.
 

Sostenere la decarbonizzazione

«Grazie all’emissione odierna cresce ulteriormente la quota degli strumenti finanziari sostenibili pari al 64% del debito totale. I fondi raccolti saranno allocati soprattutto per progetti legati all’economia circolare e alla digitalizzazione delle reti di distribuzione energetica con positive ripercussioni nei territori serviti – ha commentato Gianni Vittorio Armani, Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo Iren –. Ancora una volta, il mercato ha dato un segnale di forte apprezzamento della strategia di sostenibilità del Gruppo e della sua capacità di raggiungere gli obiettivi prefissati che, risulteranno ancora più sfidanti, in particolare sul tema della decarbonizzazione, nel nuovo Piano Industriale che presenteremo a novembre».


Leggi anche

Valore della produzione oltre i 600 milioni di euro, investimenti per 172,8 milioni, la produzione di energia da fonte rinnovabile più che raddoppiata rispetto al 2017 e le emissioni di CO2 ridotte di 3.000 tonnellate. Sono alcuni dati del rapporto sull’attività del gestore idrico pugliese nello scorso anno, che mostra come il miglioramento dei dati economici dell’azienda procede in parallelo agli importanti risultati conseguiti sul fronte della sostenibilità. …

Leggi tutto…

L’accordo triennale intende sviluppare attività di sperimentazione su ambiti strategici tra cui l’economia circolare, la trasformazione digitale, lo sviluppo di tecnologie innovative nella gestione dei processi industriali ed energetici e offrire opportunità di formazione professionale. Russo: “Progetti ambiziosi che richiedono know how di alto profilo e gestione industriale avanzata dei servizi”. …

Leggi tutto…

Realizzato con un investimento di 39 milioni di euro, l’impianto è stato dotato delle più avanzate tecnologie di trattamento dei reflui, come il sistema di ultrafiltrazione a membrane, che consentono il riutilizzo delle acque in uscita. Perfettamente inserito nel contesto paesaggistico, ha una capacità di trattamento di 90.000 AE, ma è stato progettato per un funzionamento modulare e flessibile, in modo da adeguarsi alla variazione dei carichi legati alla fluttuazione turistica…

Leggi tutto…

ricavi

Il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano presenta il bilancio 2020: gli investimenti hanno permesso di sostenere territorio e stakeholder nell’affrontare l’emergenza pandemica e puntare su progetti di economia circolare conferendo all’azienda il ruolo strategico di solution provider. Obiettivo: lanciare un vero e proprio “Green New Deal” sul territorio. EBITDA a quota 86,14 milioni. …

Leggi tutto…

La Regione ha approvato e pubblicato il nuovo documento per l’autorizzazione degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Pensate per facilitare la vita a chi deve installare i sistemi, le linee guida sostituiscono le precedenti, emanate nel 2012. Un aggiornamento indispensabile per via delle modifiche normative degli ultimi anni e del mutato panorama energetico …

Leggi tutto…