Una nuova centrale per il teleriscaldamento di Merano

Partiranno a breve i lavori per la costruzione di una centrale a biomasse a servizio del sistema di teleriscaldamento di Merano. Il nuovo impianto di Alperia, l’utility energetica dell’Alto Adige, sarà costituita da un generatore con una potenza di 8 MW che potrà produrre fino a 27.000 MWh di energia termica ogni anno, una quantità di calore sufficiente a scaldare circa 2500 appartamenti di 100 metri quadrati. Sarà anche dotata di un generatore a metano, che entrerà in funzione nel caso dovessero essere effettuare riparazioni al generatore a biomasse.

Secondo programma, la centrale dovrebbe essere completata ed entrare in funzione per il prossimo anno. Sarà alimentata con biomasse proveniente da boschi coltivati in modo sostenibile, permettendo di risparmiare ogni anno circa 5500 tonnellate di CO2 e offrendo un fondamentale contributo a raggiungere gli obiettivi che il Comune di Merano si è prefissato nella tutela del clima. La centrale, inoltre, sarà dotata di diverse soluzioni tecnologiche all’avanguardia per ridurre al minimo le emissioni di polveri fini e ossidi di azoto.

L’energia termica generata dal nuovo impianto consentirà inoltre di ampliare l’attuale rete di distribuzione del calore e di estendere il servizio di teleriscaldamento a ulteriori porzioni di città. L’attuale rete, costruita a partire dal 2006, si sviluppa oggi per circa 40 chilometri, servendo oltre 5100 nuclei famigliari e 473 aziende ed edifici pubblici. È alimentata da 4 generatori a cogenerazione, uno dei quali situato presso lo stabilimento di Memc, funzionante grazie al recupero del calore impiegato per la produzione di silicio. Secondo le stime dei tecnici, grazie a questa rete, vengono immesse annualmente nell’aria 8800 tonnellate di CO2 in meno rispetto al 2006.


Leggi anche

La centralità di questo combustibile nel processo di decarbonizzazione del Continente è sottolineata dall’ultimo elenco dei Progetti di interesse comune per la rete di interconnessione energetica europea. Progetti che possono accedere ai finanziamenti dell’Unione e che comprendono ben 32 opere che riguardano le infrastrutture gas. Di queste ben 6 sono italiane…

Leggi tutto…

In attesa che si completi la riforma del servizio con l’affidamento delle gestioni, Regioni Calabria ha scelto Sorical, la società che gestisce i grandi sistemi di adduzione regionale, per realizzare il programma di interventi di efficientamento e ingegnerizzazione delle reti di distribuzione. Il progetto interessa circa quaranta comuni ed è sostenuto da un investimento di 68 milioni di euro…

Leggi tutto…

L’Azienda RITMO S.P.A. fondata nel 1979 da Renzo Bortoli, ha offerto agli oltre 100 dipendenti una serata di festa con una cena all’aperto, musica e cabaret. Una cornice incantevole per una foto ricordo, ma soprattutto per gioire e ricordare tanti aneddoti. …

Leggi tutto…

Comunicato stampa – I cittadini di Cava Manara potranno presto beneficiare di un significativo miglioramento della qualità dell’acqua che arriva nelle loro case. E’ infatti imminente l’entrata in esercizio della nuova vasca di compenso realizzata a supporto dell’impianto di potabilizzazione comunale. …

Leggi tutto…

La società ha acquisito la partecipazione residua del precedente gestore Giemme Gestione Multiservice, e ora è il gestore unico del servizio nel comune lombardo. La rete di teleriscaldamento di Cinisello serve 18.000 abitanti, fornendo circa 50 GWh termici all’anno, garantendo una riduzione di oltre il 25% di emissioni di CO2 e NOx rispetto alle tradizionali caldaie…

Leggi tutto…