Una soluzione ecosostenibile per il recupero di reflui industriali

Sistema di controllo con valvole automatiche per la riduzione dei costi e dell’impatto ambientale

IWE – Industrial Water Evaporator è un’azienda che si occupa di progettazione, costruzione e commercializzazione di evaporatori sottovuoto, ad alta efficienza energetica. Rappresenta un punto di riferimento nel trattamento di acque reflue, proponendo soluzioni volte a:

  1. riduzione dei costi di smaltimento
  2. miglioramento dell’impatto ambientale.

I loro prodotti, infatti, garantiscono elevate prestazioni a basso consumo energetico “su misura” per trattare al meglio reflui particolarmente aggressivi.

 

Origini del progetto

Per questo progetto la sfida dell’azienda era evitare problemi riscontrati in passato: il trattamento di reflui acidi e corrosivi causava il danneggiamento di valvole manuali e pneumatiche. Le rigature che si formavano sulla sfera comportavano problematiche di funzionamento dell’evaporatore, creando punti di trafilamento nell’impianto con relativo incremento del rischio di overflow all’interno dei serbatoi.

 

La soluzione tecnica prescelta

Dopo aver analizzato le esigenze del cliente e dunque i rischi ai quali potevano essere esposte le valvole, Georg Fischer ha proposto e concordato con IWE l’utilizzo delle valvole a sfera 546 Pro, particolarmente performanti perché, come tutte le valvole GF, vengono sottoposte ad attenti controlli in tutte le fasi della produzione.

Le valvole a sfera 546 Pro assicurano elevata affidabilità e lunga durata. L’utilizzo dei nostri attuatori PPA garantisce l’assenza di componenti metalliche a contatto con atmosfera o fluido e quindi la totale resistenza ad agenti chimici aggressivi. La presenza di un punto di rottura programmata rinforzato all’interno dell’interfaccia dell’albero, in combinazione con due anelli di tenuta, garantisce l’assenza di perdite anche in caso di usura o coppia eccessiva.

Ciascun assieme valvola-attuatore è stato assemblato e testato nel nostro Center of Excellence di Agrate Brianza: il nostro laboratorio per la customizzazione della gamma Process Automation di GF Piping Systems, che ha, tra i suoi focus, la consulenza tecnica al cliente.

 

Risultati raggiunti

La qualità superiore dei materiali utilizzati si è rivelata la parte fondamentale per la sicurezza, l’efficienza e il basso consumo energetico del processo, grazie ai quali è stato possibile ridurre i costi di smaltimento per gli utilizzatori delle tecnologie di IWE. Le componenti, infatti, sono realizzate utilizzando il 100% di materia prima vergine che garantisce un’elevata resistenza a prodotti particolarmente aggressivi.

Le valvole si sono dimostrate molto semplici da installare e di facile manutenzione.

 

Benefici cliente

  • Rischio di overflow evitato;
  • Facilità di installazione, montaggio e manutenzione;
  • Prodotti affidabili nel tempo;
  • Consulenza nella selezione dei materiali;
  • Risparmio energetico.

 


Leggi anche

L’impianto, realizzato con un investimento di 10 milioni di euro, tratta già i reflui del centro della provincia di Firenze. La sua costruzione è stata portata avanti insieme ai lavori, per altri 9 milioni di euro, di sistemazione e potenziamento della rete fognaria, che hanno visto la posa di 11 chilometri di condotte. Due opere sinergiche che hanno permesso l’uscita del comune dall’infrazione comunitaria per le acque reflue…

Leggi tutto…

I lavori avviati da Azienda Gardesana Servizi riguardano le tratte da Pergolana a Villa Bagatta nel comune di Lazise, e da Ronchi a località Pioppi, nel comune di Castelnuovo del Garda. Prevedono la posa di 5 chilometri di condotte con un investimento di oltre 7,3 milioni. Partiti anche gli interventi nel comune di Malcenise: anche in questo caso saranno posati 5 chilometri di nuove condotte con una spesa di 4,4 milioni…

Leggi tutto…

Da tempo il gestore idrico del Veneto Orientale porta avanti il progetto di potenziamento del sistema fognario nella città. Progetto che ora compie un salto di qualità con la realizzazione di un tunnel che, scorrendo sotto il fiume Sile e la ferrovia, consentirà al centro storico, del tutto privo di rete, di allacciarsi alla fognatura per portare i reflui a depurazione. Per la sua realizzazione è stata scelta la tecnica no-dig del microtunnelling…

Leggi tutto…

Questo webinar esplorerà le misure adottate per proteggere il patrimonio culturale conservato nella Biblioteca Nazionale e nei complessi religiosi e museali di Santa Croce, a Firenze, dall’impatto dei cambiamenti climatici….

Leggi tutto…

Sono due i progetti presentati dal gestore idrico di 76 comuni tra le province di Napoli e Salerno al bando del Piano e ammessi ai finanziamenti. Il primo riguarda il potenziamento dell’impianto di Nocera Superiore, che riceverà 10 milioni di euro. Il secondo, finanziato con 8 milioni, riguarda invece la realizzazione di un polo integrato di valorizzazione energetica e riduzione dei fanghi presso il depuratore di Scafati…

Leggi tutto…