Verso un’illuminazione pubblica green per Messina

Entro sei anni a illuminare Messina sarà un nuovo sistema di illuminazione pubblica all’avanguardia e ad alta efficienza energetica. A realizzarlo sarà l’associazione temporanea di imprese, formata da Varese Risorse del gruppo Acsm Agam, come mandataria, A2A Illuminazione Pubblica del Gruppo A2A e Di Bella Costruzioni per la gestione degli impianti nel territorio, che si è aggiudicata il bando da 30 milioni di euro indetto dall’amministrazione comunale.

La concessione, della durata di 6 anni, prevede l’installazione di oltre 28.000 nuovi punti luci a Led gestiti da remoto, interventi di riqualificazione o sostituzione della maggior parte dei pali già presenti e la realizzazione di nuove linee elettriche.

Grazie all’uso della tecnologia Led, la nuova illuminazione garantirà un’alta resa luminosa con un risparmio sui consumi elettrici pari a circa il 65%, e su quelli ambientali, con circa 2400 tonnellate di CO2 in meno emesse in atmosfera. Inoltre, la maggior durata dei Led, fino a cinque volte di più delle lampade tradizionali, riduce gli interventi di manutenzione e sostituzione delle lampade. Altro vantaggio della tecnologia, una migliore concentrazione del fascio luminoso, che evita la dispersione della luce verso l’alto, con un effetto complessivo di maggiore luminosità e minore inquinamento visivo. La prima parte dei lavori interesserà 8.300 punti luce e comincerà a breve per concludersi a ottobre 2020. Mentre la proposta migliorativa, che riguarda l’intera città di Messina, sarà effettuata durante il resto dell’appalto.


Leggi anche

Approvato dall’Assembla dei Soci CORE, si passa alla fase di progettazione e successivamente all’iter del Provvedimento Autorizzativo. Martedì 2 aprile, presso lo Spazio Arte di Sesto, l’incontro per presentare il documento di risposta ai quesiti nati dal confronto con gli stakeholder, con l’annuncio dei progetti presi in carico. …

Leggi tutto…

Il comune, capofila per l’intero Atem del suo territorio, sta predisponendo la documentazione per la gara di affido del servizio, con l’obiettivo di bandirla prima dell’estate. Coinvolti nell’operazione, che ha complessivamente un valore di circa 300 milioni di euro, anche i comuni di Muggia, Duino Aurisina, San Dorligo, Sgonico, Monrupino…

Leggi tutto…

Azienda gardesana servizi ha pubblicato sulla Gazzetta ufficiale europea il bando per la progettazione definitiva del collettore per la sponda veronese. La base d’appalto è di oltre 900.000 euro, e l’aggiudicatario avrà 6 mesi per sviluppare il progetto, con l’obiettivo di avviare i lavori per il prossimo anno. A breve anche il bando di Garda Uno per i lavori sulla sponda bresciana…

Leggi tutto…

Promosso da Utilitalia, l’accordo è stato sottoscritto da 12 aziende di Molise, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna, per creare uno spazio di confronto e programmazione comune, favorire lo scambio di buone pratiche e affrontare le problematiche emergenti. Verranno creati gruppi di lavoro su diversi temi, dallo sviluppo delle infrastrutture all’accesso ai fondi Ue, dalla gestione del personale all’efficientamento di reti e impianti…

Leggi tutto…

I lavori, del valore di 2 milioni di euro, riguardano il potenziamento dell’impianto, la cui capacità di trattamento sarà portata a 9.730 abitanti equivalenti. L’intervento fa parte del piano di ammodernamento della depurazione della provincia di Foggia, dove l’azienda ha investito negli ultimi tre anni oltre 17 milioni e ha in programma opere al 2021 per oltre 33 milioni …

Leggi tutto…