Verso un’illuminazione pubblica green per Messina

Entro sei anni a illuminare Messina sarà un nuovo sistema di illuminazione pubblica all’avanguardia e ad alta efficienza energetica. A realizzarlo sarà l’associazione temporanea di imprese, formata da Varese Risorse del gruppo Acsm Agam, come mandataria, A2A Illuminazione Pubblica del Gruppo A2A e Di Bella Costruzioni per la gestione degli impianti nel territorio, che si è aggiudicata il bando da 30 milioni di euro indetto dall’amministrazione comunale.

La concessione, della durata di 6 anni, prevede l’installazione di oltre 28.000 nuovi punti luci a Led gestiti da remoto, interventi di riqualificazione o sostituzione della maggior parte dei pali già presenti e la realizzazione di nuove linee elettriche.

Grazie all’uso della tecnologia Led, la nuova illuminazione garantirà un’alta resa luminosa con un risparmio sui consumi elettrici pari a circa il 65%, e su quelli ambientali, con circa 2400 tonnellate di CO2 in meno emesse in atmosfera. Inoltre, la maggior durata dei Led, fino a cinque volte di più delle lampade tradizionali, riduce gli interventi di manutenzione e sostituzione delle lampade. Altro vantaggio della tecnologia, una migliore concentrazione del fascio luminoso, che evita la dispersione della luce verso l’alto, con un effetto complessivo di maggiore luminosità e minore inquinamento visivo. La prima parte dei lavori interesserà 8.300 punti luce e comincerà a breve per concludersi a ottobre 2020. Mentre la proposta migliorativa, che riguarda l’intera città di Messina, sarà effettuata durante il resto dell’appalto.


Leggi anche

Ammonta a 6 milioni di euro l’investimento previsto per potenziare la rete di raccolta dei reflui a servizio della località balneare toscana. Un progetto che consentirà di evitare i potenziali rischi di sversamento delle acque nere nella Gora, il piccolo fiume che attraversa la cittadina il cui mare si fregia della Bandiera Blu. A marzo la pubblicazione del bando…

Leggi tutto…

Il progetto, per un importo di 450 mila euro, porterà alla realizzazione della condotta a 6,5 km dalla costa. Approvata anche la procedura di gara per il potenziamento delle reti a Talsano (Ta) per 9,4 mln…

Leggi tutto…

Assegnata a Italgas la gara per la distribuzione gas nell’Atem Valle d’Aosta, che comprende 74 comuni e circa 20.000 punti di riconsegna. La società ha superato le concorrenti Megareti ed Energie des Alpes grazie a un’offerta che prevede il raddoppio della rete, attualmente di 350 km, e del numero delle utenze e diversi interventi di innovazione tecnologica su tutta l’infrastruttura…

Leggi tutto…

Presidente Acque Bresciane Gianluca Delbarba

Presa d’atto del Consiglio Comunale di Ghedi circa il subentro del gestore unico nei servizi di acquedotto, depurazione e fognatura. L’operatività dal 1 gennaio 2020. Saliranno così a 93 i Comuni gestiti da Acque Bresciane…

Leggi tutto…

Con la firma del contratto di servizio giunge a conclusione definitiva l’iter per la prima gara per la concessione del servizio fatta con il metodo degli Atem. Servizio che interessa 49 comuni della prima e seconda cintura del capoluogo piemontese per 12 anni, che Italgas si era aggiudicato lo scorso aprile con un’offerta di 200 milioni e un programma di investimenti che prevede, tra l’altro, il rinnovo di 180 km di rete e la posa di altri 150 km di nuove condotte…

Leggi tutto…