Verso un’illuminazione pubblica green per Messina

Entro sei anni a illuminare Messina sarà un nuovo sistema di illuminazione pubblica all’avanguardia e ad alta efficienza energetica. A realizzarlo sarà l’associazione temporanea di imprese, formata da Varese Risorse del gruppo Acsm Agam, come mandataria, A2A Illuminazione Pubblica del Gruppo A2A e Di Bella Costruzioni per la gestione degli impianti nel territorio, che si è aggiudicata il bando da 30 milioni di euro indetto dall’amministrazione comunale.

La concessione, della durata di 6 anni, prevede l’installazione di oltre 28.000 nuovi punti luci a Led gestiti da remoto, interventi di riqualificazione o sostituzione della maggior parte dei pali già presenti e la realizzazione di nuove linee elettriche.

Grazie all’uso della tecnologia Led, la nuova illuminazione garantirà un’alta resa luminosa con un risparmio sui consumi elettrici pari a circa il 65%, e su quelli ambientali, con circa 2400 tonnellate di CO2 in meno emesse in atmosfera. Inoltre, la maggior durata dei Led, fino a cinque volte di più delle lampade tradizionali, riduce gli interventi di manutenzione e sostituzione delle lampade. Altro vantaggio della tecnologia, una migliore concentrazione del fascio luminoso, che evita la dispersione della luce verso l’alto, con un effetto complessivo di maggiore luminosità e minore inquinamento visivo. La prima parte dei lavori interesserà 8.300 punti luce e comincerà a breve per concludersi a ottobre 2020. Mentre la proposta migliorativa, che riguarda l’intera città di Messina, sarà effettuata durante il resto dell’appalto.


Leggi anche

I bandi riguardano il potenziamento delle reti idriche e fognarie e degli impianti di depurazione; prevedono, inoltre, investimenti in innovazione. Tra gli interventi più significativi il progetto Smart Meter, con i primi 240.000 misuratori da installare nelle province di Taranto e Brindisi, per un importo a base d’asta di 21,2 milioni di euro, e i lavori di manutenzione straordinaria all’impianto di sollevamento fogna di Torre del Diavolo, alla periferia Sud di Bari …

Leggi tutto…

Suddivisa in quattro lotti, l’opera interessa una condotta di 11 chilometri che sorge nella frazione di Grosseto e ha subito rotture frequenti per la sua vetustà. Il primo lotto, già concluso, ha visto il rinnovo di 4,3 chilometri di rete, mentre ora è andato in gara il secondo stralcio, del valore di 1,7 milioni relativo a una tratta di oltre 3,3 chilometri…

Leggi tutto…

Secondo indiscrezioni, il gestore della rete di trasporto nazionale sarebbe intenzionato a rilevare dalla società energetica americana Energy Transfer il 33% della Rover pipeline. Un gasdotto che si estende per oltre 1100 chilometri, con una capacità di 92 milioni di metri cubi al giorno, raggiungendo l’Ohio, il Michigan e la regione canadese dell’Ontario…

Leggi tutto…

Ancora un po’ di pazienza, dopo un’attesa di 40 anni, per gli abitanti del comune della provincia di Caserta, che entro 35 mesi potranno finalmente usufruire del servizio di distribuzione gas. Powergas Distribuzione si è aggiudicato il bando per la realizzazione dell’infrastruttura, con un investimento di circa 3 milioni di euro, e la gestirà per 11 anni e 11 mesi …

Leggi tutto…

La società francese si è aggiudicata la gara, pubblicata lo scorso ottobre, per la gestione e il rinnovo del servizio di illuminazione pubblica nella città toscana. Il bando del Comune prevedeva la concessione del servizio per 10 anni e il rinnovo di ben 6300 punti luce, per un importo base di oltre 7,3 milioni di euro …

Leggi tutto…