Via libera dall’Antitrust al matrimonio tra A2A e AEB

C’è il via libera dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato al matrimonio tra A2A e AEB (Ambiente Energia Brianza), società attiva nella distribuzione e vendita del gas, dell’energia elettrica e calore e nei servizi ambientali e che opera principalmente nei comuni della Brianza. La clearance dell’Antitrust rappresentava la principale condizione mancante ai fini del completamento dell’operazione tra le due multiutility lombarde.

Un’operazione di aggregazione è articolata in diversi passaggi. Il primo sarà la scissione da parte di Unareti del ramo d’azienda costituito da 79.000 punti di riconsegna gas nelle province di Milano e Bergamo e dell’intera partecipazione nella società dedicata alle attività di illuminazione pubblica in favore di AEB. Questa diventerà il polo di sviluppo del Gruppo A2A nel segmento dell’illuminazione pubblica, con circa 275.000 punti luce.

A completamento del percorso A2A entrerà nel capitale azionario di AEB con una quota del 33,5%. La maggioranza delle azioni resterà nelle mani dei comuni soci, ovvero i comuni della Brianza con capofila Seregno. A2A nominerà anche l’amministratore delegato della società. I Comuni designeranno il presidente e il vice presidente, mantenendo di fatto un ruolo decisivo nelle decisioni strategiche.


Leggi anche

Ammontano a ben 8,9 miliardi di euro, il 22% in più del vecchio documento, gli investimenti previsti dal nuovo Piano del Gestore della Rete Elettrica Nazionale. Investimenti destinati all’integrazione delle fonti rinnovabili non programmabili e all’incremento della sicurezza e resilienza del sistema, attraverso il rafforzamento dei collegamenti nord-sud e con le isole e delle interconnessioni internazionali.

Leggi tutto…

Presentato il nuovo piano 2020-2026 che prevede una crescita degli investimenti di ben 1,1 miliardi rispetto al documento precedente. 2 miliardi saranno destinati alle gare gas e oltre 3 miliardi all’ammodernamento delle infrastrutture. Altri punti strategici saranno l’innovazione e la digitalizzazione delle reti, con 1,1 miliardi dedicati, e la crescita in settori quali l’efficienza energetica e il servizio idrico….

Leggi tutto…

Procede la riqualificazione del sistema di illuminazione pubblica della città portato avanti dalla società del Gruppo Hera. Nel corso di quest’anno sono stati sostituiti 810 punti luce con nuove lampade a LED ed entro fine dicembre il numero di impianti efficientati toccherà le 1300 unità. Il piano, sostenuto da un investimento del Comune da 4 milioni di euro, garantirà una riduzione dei consumi energetici del 50%….

Leggi tutto…

Si tratta di uno degli investimenti più ingenti per il nostro Paese quello predisposto dal gestore della rete elettrica di trasmissione per realizzare il collegamento Chiaramonte Gulfi – Ciminna. L’elettrodotto in doppia terna a 380 kV lungo 172 km, consentirà di superare la sezione critica fra l’area orientale e l’area occidentale dell’isola e di sfruttare con maggior sicurezza l’energia generata da fonti rinnovabili….

Leggi tutto…

Lunga 19 chilometri e interamente sottomarina e interrata, la nuova linea elettrica tra Capri e la terraferma connette l’isola alla rete nazionale, con risparmi per la collettività e il sistema elettrico pari a circa 20 milioni di euro l’anno e una riduzione di 130.000 tonnellate annue di CO2. Il progetto ha visto anche la costruzione di una nuova stazione elettrica all’avanguardia, integrata nel paesaggio, che sarà il cuore dell’infrastruttura…

Leggi tutto…