Viacqua completa l’estensione della rete fognaria a Noventa Vicentina

Mettere il territorio al riparo di possibili sversamenti in caso di piogge intense e, al tempo stesso, rendere più efficiente ed efficace la depurazione dei reflui. Risponde a questa duplice esigenza l’intervento di estensione della rete fognaria realizzato da Viacqua a Noventa Vicentina.

Un’opera del valore di 2,2 milioni di euro, che ha interessato una delle arterie cittadine, via Godicello e le sue strade laterali. L’opera ha previsto la posa in totale di 6,5 chilometri di condotte e la realizzazione di 300 allacciamenti di utenza.
 

Un duplice vantaggio

La realizzazione delle nuove linee fognarie è stata progettata dal gestore idrico della provincia di Vicenza per ottimizzare la gestione dei reflui, attraverso la loro separazione. Nella nuova porzione di rete scorreranno infatti le sole acque nere che vengono convogliate al depuratore di Noventa. Le acque meteoriche invece verranno dirottate nella rete originaria. In questo modo l’intero bacino che sorge a destra dello scolo Alonte beneficerà di una rete fognaria separata.

Una soluzione che garantisce un doppio vantaggio.

  1. Da un lato, si assicura una migliore resa del processo di depurazione, con una riduzione di circa il 40% del carico idraulico sull’impianto di depurazione
  2. Dall’altro, si riduce il rischio di sversamenti di reflui nei corsi d’acqua superficiali in caso di abbondanti precipitazioni

Ma non solo, perché in questo modo si evita anche l’attivazione eccessiva dei sistemi di sollevamento, con conseguenti risparmi sui consumi elettrici.
 

Un sistema più efficiente e funzionale

Grazie a questa nuova realizzazione, il sistema fognario di Noventa diventa più efficiente e funzionale. Il sistema può anche contare su una nuova dorsale principale che si sviluppa in direzione nord-sud, collegandosi alla condotta esistente, sgravata delle acque meteoriche, per condurre i reflui al depuratore che sorge nella zona sud della cittadina. Nella condotta confluiscono ora anche le acque nere della lottizzazione “Noventa 2000”, già realizzata con reti separate.  
 

Separazione delle reti. Una soluzione strategica

«La separazione delle reti fognarie rappresenta la soluzione strategica che dovremo portare avanti per ogni futuro intervento sui sistemi che gestiamo, perché consente di rendere più efficace i processi depurativi, evitando una eccessiva diluizione dei reflui a causa dell’infiltrazione delle acque bianche – ha spiegato ha spiegato il presidente di Viacqua, Giuseppe Castaman -. Inoltre, riducendo la pressione idraulica sulle condotte fognarie, soprattutto in caso di forti piogge, il rischio di sfioramenti e sversamenti in ambiente viene drasticamente ridotto. Il passaggio ora fondamentale è in mano all’utenza, che avrà circa un anno di tempo per completare gli allacciamenti sulla parte privata, in modo da far funzionare correttamente le nuove reti».

 


Leggi anche

I lavori di ammodernamento e potenziamento hanno riguardato l’intero impianto, la cui capacità di trattamento è stata portata a 116.000 abitanti equivalenti e dotato di tecnologie all’avanguardia. Cuore dell’intervento il rifacimento del trattamento biologico. Un’opera del valore di 25 milioni di euro che pone fine alla procedura comunitaria in atto dal 2009

Leggi tutto…

Il gestore idrico della provincia di Monza e Brianza ha ottenuto un green loan di 55 milioni di euro dalla Banca Europea per gli Investimenti. Le risorse saranno impiegate per realizzare 85 chilometri di reti acquedottistiche e 16 chilometri di nuove condutture fognarie, oltre a diversi altri interventi per mettere il territorio in sicurezza dagli effetti dei cambiamenti climatici…

Leggi tutto…

AqA – nata il primo aprile del 2021 dalla fusione di Tea Acque e AqA Mantova, è il nuovo gestore del servizio idrico integrato di oltre 300mila abitanti in 40 comuni della provincia di Mantova. Una società giovane, con radici solide, che vede nel 2022 la realizzazione di numerosi progetti nati negli scorsi anni, con la vocazione, fortissima, all’efficienza ambientale e all’efficienza operativa….

Leggi tutto…

AqA dal primo aprile di quest’anno è il nuovo gestore del servizio idrico integrato di oltre 300mila abitanti in 40 comuni della provincia di Mantova. La Società del Gruppo Tea nasce dalla fusione di Tea Acque e AqA Mantova. È un progetto che parte da lontano in cui la fusione tra le due anime idriche di Tea ha l’obiettivo di ottimizzare l’organizzazione del servizio in sé, ma anche di compiere un lungo passo in avanti nella direzione del gestore unico provinciale, di cui AqA è società veicolo come definito dagli enti competenti….

Leggi tutto…

Sarà realizzato con la tecnologia del microtunnelling il primo tratto del nuovo collettore fognario che il gestore realizzerà nella città e che consentirà di collegare un pezzo del centro storico ancora privo del servizio fognario al depuratore. La prima parte dei lavori prevede la posa di 500 metri di condotte, per una spesa di 2,5 milioni di euro…

Leggi tutto…