Viveracqua: ripartono appalti per oltre 100 milioni

L’emergenza sanitaria non ferma Viveracqua. Il consorzio, costituito da 12 gestori pubblici del servizio idrico in Veneto, ha sbloccato le procedure di gare rallentate per via dell’emergenza.

Si tratta in totale di acquisti per oltre 100 milioni di euro, tra nuove gare e proroghe dei termini delle procedure sospese, per lavori e forniture: un segnale importane che conferma la centralità delle aziende idriche come volano di crescita dei territori.

La centralità del settore idrico per l’economia dei territori

Oltre a migliorare il patrimonio di reti e impianti del territorio, gli investimenti dei gestori idrici hanno importanti e positive ricadute in termini di indotto e di occupazione diretta e indiretta, coinvolgendo professionisti, imprese e fornitori. Basti considerare i numeri del consorzio: nel periodo 2014-2019 le aziende di Viveracqua hanno investito complessivamente oltre un miliardo di euro, attivando oltre 5.200 cantieri, che hanno portato a generare più di 12.000 posti di lavoro, in aggiunta ai 2.882 addetti impiegati nel settore.

Un piano coordinato per la sicurezza dei cantieri nel contesto attuale di emergenza

Per garantire la massima sicurezza dei cantieri che si apprestano a ripartire, inoltre, le 12 realtà hanno messo a punto un piano coordinato. La ripresa delle attività sarà infatti puntualmente controllata: gestori, coordinatori per la sicurezza, direttori lavori e imprese stanno programmando le attività con una attenta valutazione del rischio, riferita all’emergenza Covid-19, e con specifici piani anti-contagio in linea con le prescrizioni contenute nel Dpcm del 22 marzo 2020 e nel Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid–19 nei cantieri edili del ministero Infrastrutture e trasporti, del 19 marzo 2020.


Leggi anche

sede AQP

Approvato dal consiglio di amministrazione della società il bilancio relativo allo scorso esercizio. L’anno si è chiuso con un valore della produzione salito a 563,5 milioni di euro e con un utile pari a 29,5 milioni, in crescita di 7 milioni sull’anno precedente. Saliti anche gli investimenti, pari a 160 milioni, con il settore depurazione che ha assorbito la quota maggiore…

Leggi tutto…

Lavori Acque Veronesi

La società riapre i cantieri ripartendo da due opere strategiche per il territorio. La prima riguarda gli interventi conclusivi per la messa in sicurezza idraulica della Veronetta, quartiere di Verona che sorge sulla sponda sinistra dell’Adige. La seconda la realizzazione della dorsale Belfiore-Lonigo, che approvvigionerà con acqua pura e di qualità i territori della provincia di Verona, Vicenza e Padova colpiti dall’emergenza Pfas…

Leggi tutto…

I lavori, avviati a metà marzo e conclusi un mese dopo, hanno interessato un tratto fuori terra della condotta del Mille che approvvigiona la città. L’intervento si è reso necessario perché la condotta, già molto deteriorata, ha subito un ulteriore danneggiamento in una sua curva, che metteva a rischio la continuità del servizio. I tecnici sono intervenuti realizzando dei pezzi speciali su misura che poi hanno applicato alla tubazione mettendola in sicurezza…

Leggi tutto…

Grazie al protocollo messo a punto nell’ambito del consorzio Viveracqua, che prevede lo sviluppo di un piano anti-contagio per ogni singolo intervento, riprendono in piena sicurezza i lavori bloccati per via dell’emergenza sanitaria. Si tratta in totale di 62 interventi, tra i cantieri da riavviare e quelli in consegna per un valore complessivo di oltre 59 milioni di euro…

Leggi tutto…

È quanto prevede lo studio, Manuale della Siccità, presentato dalla Federazione in occasione della Giornata mondiale dell’acqua. La quota maggiore, 3,9 miliardi, sarebbe da destinare a Sud e isole, seguite dal Centro, 1,9 miliardi e dal Nord, 1,3 miliardi. Tra le opere da realizzare, nuovi serbatoi, approvvigionamenti, interconnessioni tra acquedotti, ma essenziale è la lotta alle dispersioni e il riutilizzo delle acque reflue trattate…

Leggi tutto…