protezione

Webinar | Come preservare tubi d’acciaio in attraversamenti trenchless con sistemi di protezione meccanica ad hoc

Partecipa al webinar per approfondire questi temi
‘Come preservare tubi d’acciaio in attraversamenti trenchless con sistemi di protezione meccanica ad hoc’
Giovedì 26 novembre, ore 11:00– 12:00
Clicca qui per riservare il tuo posto

 
Secondo studi statistici eseguiti dalla Drilling Contractors Association (Europe) dal 2005 al 2016, oltre il 32% degli attraversamenti trenchless di lunghezza superiore ai 500 m, in cui sono stati utilizzati tubi in acciaio rivestiti con sistemi a triplo strato in polietilene o polipropilene, ha visto fallire le prove d’isolamento elettrico e le prove di polarizzazione della protezione catodica dei tubi stessi.

Queste prove vengono eseguite per verificare che il rivestimento del tubo sia in grado di evitare il contatto diretto dell’acciaio con il terreno.
 

Cosa fare in occasione di attraversamenti trenchless?

Quando si verificano queste condizioni, si rende necessaria l’adozione di costose misure correttive volte a garantire la protezione del tubo d’acciaio dalla corrosione durante tutto il suo ciclo di vita e, nei casi più estremi, evita che si renda necessario eseguire nuovamente l’attraversamento, con conseguenti ritardi e costi aggiuntivi.
 

La necessità di una protezione meccanica ad hoc

Per rispondere a tali esigenze ed eliminare questi rischi, è necessario utilizzare sistemi di protezione meccanica di tubi negli attraversamenti trenchless (trivellazione orizzontale controllata, Direct Pipe, microtunnelling) durante le quali si verificano le condizioni più estreme.

Tra le varie soluzioni, è degno di nota il sistema che prevede l’utilizzo di un materiale composito (vetroresina/GRP) estremamente resistente – composto da resine termoindurenti poliestere e fibra di vetro – specificamente progettato per resistere agli sforzi subiti dalle condotte negli attraversamenti.
 

Tra i benefici dell’utilizzo di questo sistema che garantisce l’integrità del rivestimento anticorrosivo:
  • Resistere all’abrasione e ai graffi derivanti dall’adozione di queste metodologie d’installazione
  • Avere sufficiente flessibilità per gli attraversamenti per tollerare elevate forze assiali e radiali
  • Assicurare un’eccellente adesione al tubo d’acciaio, evitando lo sfilamento dallo stesso in fase di tiro
  • In numerose situazioni consente l’eliminazione del tubo di protezione (tubo camicia) con conseguente riduzione dei costi e tempi negli attraversamenti trenchless

 

Il sistema pau wrap® di TDC International AG

Il sistema pau wrap®, a cui sono riconosciute diverse certificazioni tra cui ISO 9001:2015 e TUV SUD Oktagon, è progettato dall’azienda TDC che offre un sistema integrato costituito di rivestimento in vetroresina, applicato in stabilimento direttamente sulla superficie della protezione anticorrosiva in polietilene o polipropilene, e un sistema proprietario per la protezione dei giunti di saldatura in campo con materiali compatibili.

Grazie infatti alle sue ottimali prestazioni, è stato selezionato per l’utilizzo in progetti Europei tra i più critici, come ad esempio: Trans Adriatic Pipeline, Baltic Pipe, NEL e EUGAL.

Il sistema pau wrap® ha una resistenza alla penetrazione dovuta ai graffi di oltre 5 volte quella del polietilene, una durezza molto superiore e quadruplica la sua resistenza alla trazione.

Oltre a questo, il materale ha una capacità elastica tale che gli permette di resistere gli sforzi di flessioni tipici subiti durante la posa sia a scavo aperto che trenchless.
 


In questo webinar parleremo di:
  • L’importanza di una protezione meccanica delle tubazioni soprattutto durante gli attraversamenti trenchless
  • Sistemi di protezione meccanica ad hoc in materiale composito (vetroresina/GRP) applicato ai sistemi di protezione anticorrosive più comuni (PE/PP/PU/Epoxy)
  • Alcuni esempi di danni in fase di attraversamento laddove non c’era un adeguato sistema di protezione
  • Le principali caratteristiche del sistema pau wrap®: durezza, flessibilità, resistenza agli urti, resistenza allo sfilamento
  • Casi applicativi realizzati in Italia e all’estero con Direct Pipe, T.O.C., Microtunnelling, Distanziali

Partecipa al webinar ‘Come preservare tubi d’acciaio in attraversamenti trenchless con sistemi di protezione meccanica ad hoc’
Clicca qui per riservare il tuo posto
 
QUANDO: Giovedì 26 novembre, ore 11:00- 12:00

 
Con Cristian Grecco International Business Development Manager di TDC, è laureato in ingegneria chimica e ha un Master in Business Administration. Ha all’attivo oltre 18 anni nel campo delle condotte onshore e offshore e collaborazioni in progetti in oltre 40 paesi. È specializzato nella ricerca e promozione dei sistemi di protezione meccanica di tubazioni negli attraversamenti trenchless.


Leggi anche

È la tecnologia no-dig della Trivellazione Orizzontale Controllata la soluzione scelta dal gestore idrico del Lazio meridionale per rinnovare parte della rete di distribuzione dell’acqua a servizio della città in provincia di Latina. I lavori vedranno la posa di 1,5 chilometri di rete principale e di 2 chilometri di condotte di distribuzione e saranno realizzati in 6 mesi….

Leggi tutto…

L’intervento di riqualificazione interessa un tratto di 2 chilometri del sistema di collettamento dei reflui che passa sotto due delle principali arterie della città, viale Stucchi e viale delle Industrie. Per effettuarlo, il gestore idrico ha scelto la tecnica no-dig del relining, in modo da minimizzare l’impatto sulle tante attività economiche dell’area. I lavori andranno avanti per 3/5 mesi e saranno realizzati con un investimento di 3,6 milioni di euro…

Leggi tutto…

Servizi a Rete TOUR 2020, 28-29 Ottobre 2020 | Piave Servizi, Treviso

Durante la sesta edizione, dedicata al tema “Il Servizio Pubblico della distribuzione in relazione ai cambiamenti”, esperti provenienti da tutta Italia si daranno appuntamento a Codognè (TV) presso la sede di Piave Servizi per confrontarsi sul tema della gestione delle reti del sottosuolo e per mettere a fattor comune le proprie esperienze e progetti.
Questo uno degli interventi in programma: “Il risanamento di condotte tramite i giunti di riparazione in due pezzi senza interruzione del servizio”
Per saperne di più…

Leggi tutto…

BrianzAcque sceglie il no-dig. L’intervento, che riguarda la porzione di rete che scorre sotto una traversa della trafficata SP 174, prenderà il via il prossimo ottobre e sarà concluso in meno di un mese. Sarà effettuato con la tecnica del relining, in modo da evitare di chiudere una carreggiata al traffico e altri disagi ai cittadini, con un investimento di circa 200.000 euro.

Leggi tutto…

L’intervento, che prenderà il via a breve, prevede la posa di una condotta fognaria della lunghezza di 250 metri a una profondità di circa 24 metri. I lavori fanno parte del grande progetto di potenziamento della rete di raccolta e collettamento degli scarichi nell’area della Darsena, portato avanti con un investimento complessivo di 8 milioni di euro, che la multiutility completerà per la fine del prossimo anno….

Leggi tutto…