Webinar | La manutenzione predittiva per evitare cedimenti strutturali: il caso di Viva Servizi

Partecipa al webinar per approfondire questi temi
‘La manutenzione predittiva per evitare cedimenti strutturali: il caso di Viva Servizi’
Giovedì 11 febbraio, ore 11:00– 12:00
Clicca qui per riservare il tuo posto

 

 
L’utilizzo di tecniche tradizionali di monitoraggio periodico di ampie aree richiede un dispendio economico e di tempo considerevole. In linea generale, infatti, indagini ed ispezioni vengono svolte soltanto quando il problema si è già posto (approccio reattivo), a causa della mancanza di indicatori ed informazioni predittive circa il ‘cosa’ ed il ‘dove’ svolgere l’ispezione.

Per rispondere a tali esigenze è necessaria un’inversione di marcia con un approccio proattivo al problema.

Il servizio Rheticus® Network Alert è la soluzione poiché, integrandosi alle operazioni di manutenzione del gestore, agisce elaborando e analizzando informazioni relative agli spostamenti millimetrici della superficie terrestre.

Grazie ad un abbonamento annuale, il team di manutenzione accede ai dati predittivi, individua i tratti della rete potenzialmente a rischio e organizza le proprie campagne ispettive in modo mirato, anticipando i potenziali danni di grado elevato, e riducendo di conseguenza costi e tempi delle attività manutentive.
 

Nello specifico:
  • Individua il trend di spostamento superficiale
  • Attraverso la tecnologia GIS reperisce una mappa e i dati della rete delle tubazioni
  • Gli algoritmi ML / AI classificano i segmenti suddividendo l’intero network d’infrastruttura in base al livello di stress meccanico causato dalla subsidenza/instabilità
  • Assegna un livello di priorità delle attività di ispezione ad ogni sezione utilizzando Inspection Priority Score

 

L’Utility delle Marche VIVA SERVIZI ci illustrerà:
  • Come gestisce le infrastrutture in un territorio complesso
  • La soluzione Network Alert adottata nel 2020 per far fronte alle emergenze durante COVID-19
  • I risultati ottenuti grazie alla manutenzione predittiva che consente di monitorare e mappare i movimenti terrestri e come vengono gestite operativamente le indicazioni fornite da Network Alert

 

In questo webinar parleremo di:
  • L’importanza di monitorare i fenomeni precursori dei cedimenti strutturali (instabilità, subsidenza)
  • La strategica manutenzione e videoispezione predittiva delle infrastrutture
  • Le principali caratteristiche della piattaforma Rheticus® Network Alert
  • Il caso applicativo del gestore Viva Servizi

 

Partecipa al webinar ‘La manutenzione predittiva per evitare cedimenti strutturali: il caso di Viva Servizi’
Clicca qui per riservare il tuo posto

QUANDO: Giovedì 11 febbraio, ore 11:00– 12:00

 
Con Federico Spoletini Coordinatore Manutenzione Fognature di Viva Servizi, parleremo dell’esperienza diretta della multiutility marchigiana e ci spiegherà come è migliorata l’efficienza delle ispezioni, come i costi sono stati ridotti grazie alla prevenzione di gravi guasti che hanno consentito di aumentare la durata di vita delle infrastrutture e garantito la sicurezza dei cittadini.

E con Francesco Lacriola Business Development Assistant di Planetek Italia, conosceremo i vantaggi dell’uso dei satelliti radar per il monitoraggio delle reti idriche e fognarie, attraverso l’esperienza di grandi gestori – tra cui Viva Servizi – che realizzano campagne ispettive mirate, ottenendo maggiore efficienza e una sostanziale riduzione dei costi totali.
 

Questo webinar fa parte di un ciclo di quattro incontri in cui approfondiremo l’uso delle tecnologie satellitari a supporto delle attività ingegneristiche, dalla progettazione alle attività manutentive, ed estraendo informazioni sulla change detection o le anomalie vegetative. Iscriviti alla newsletter per non perderti i prossimi appuntamenti.

 


Leggi anche

È quanto prevede il piano di investimenti 2020-2023, approvato alla fine dello scorso anno dall’Assemblea dei Soci del gestore del ciclo idrico della provincia di Cremona. Gli investimenti riguarderanno tutte le aree del sistema idrico in tutto il territorio provinciale: il 28% verrà utilizzato per la depurazione, il 32% nell’acquedotto, il 33% nella fognatura e il 7% in investimenti generali. …

Leggi tutto…

AcegasApsAmga, Acquedotto del Carso, Acquedotto Poiana, CAFC, Hydrogea, Irisacqua e LTA – i sette gestori idrici della regione Friuli-Venezia Giulia – si sono costituiti in un raggruppamento temporaneo d’impresa per lavorare a un programma di opere funzionali a interconnettere le loro reti. L’obiettivo è di garantire la sicurezza nell’approvvigionamento idrico ai territori alla luce delle sfide generate dai cambiamenti climatici. …

Leggi tutto…

L’intervento sarà completato entro la fine dell’anno e consentirà agli oltre 400 abitanti della frazione di Massa Macinaia del comune lucchese di fruire di un sistema di scarico e raccolta dei reflui. Reflui che saranno convogliati al depuratore, riducendo gli scarichi diretti nel reticolo idraulico secondario. I lavori, suddivisi in tre fasi, hanno visto la posa di oltre 2 chilometri di nuove condotte, con un investimento complessivo di 1,9 milioni di euro. …

Leggi tutto…

Le risorse verranno utilizzate dai 12 gestori veneti raccolti nel consorzio per nuovi interventi finalizzati a potenziare le reti idriche, ad estendere quelle fognarie, a costruire nuovi depuratori e a migliorare il trattamento dei reflui. Un impegno in continuità con quello degli ultimi anni: solo nei primi nove mesi di quest’anno gli investimenti hanno toccato i 145 milioni di euro, mentre sono stati pari a 459 milioni nel 2019….

Leggi tutto…

I lavori hanno interessato la frazione di Staro, dove il gestore idrico di 68 comuni della provincia di Vicenza ha realizzato 2,5 chilometri di nuove fognature e due stazioni di sollevamento. Inoltre, è stata costruita una linea dedicata alle acque meteoriche e sostituite alcuni porzioni di rete acquedottistiche, con un investimento complessivo di 1,3 milioni di euro….

Leggi tutto…