Wedge Power inaugura il teleriscaldamento di Cuneo


È stata inaugurata la centrale di cogenerazione che alimenta la rete di teleriscaldamento di Cuneo. L’opera è parte fondamentale del grande progetto di Wedge Power, che gestisce anche il servizio, società composta da High Power, specializzata nella realizzazione e gestione di impianti di generazione e reti di teleriscaldamento, che già ne gestisce tre in Piemonte, e Agc Flat Glass Italia, specializzata invece nella produzione di vetro piano.
Un progetto, del valore di 40 milioni di euro, che ha preso il via due anni fa con l’obiettivo di teleriscaldare tutta l’area della zona dell’Altopiano della città piemontese.
Ad alimentare il sistema, appunto, la centrale di cogenerazione realizzata presso il sito di Agc, composta da 7 motori endotermici a gas metano, abbinati a pompe di calore, che garantisce una produzione annua di energia termica di circa 150 GWh e una produzione di energia elettrica pari ai consumi di 20.000 famiglie in un anno, questa consumata per la quasi totalità dallo stesso stabilimento.
L’energia termica viene distribuita alle utenze attraverso 27 chilometri di rete di doppie condotte preisolate, la cui estensione sarà portata a 45 chilometri entro il prossimo anno. Dal primo ottobre l’azienda ha anche avviato la realizzazione degli allacci alle utenze, con 77 edifici già collegati, ma con richieste che aumentano a un ritmo di 4-5 al giorno.


Leggi anche

La società, specializzata nella produzione di energia da fonti rinnovabili, ha siglato un accordo con il Comune di Alcalá de Henares per la costruzione di un sistema di teleriscaldamento, interamente alimentato da energia green: solare e biomasse. Il sistema, che sarà completato per la fine del prossimo anno, fornirà calore a 12.000 famiglie e sarà realizzato con un investimento di 38 milioni di euro…

Leggi tutto…

Realizzato con il Politecnico di Milano, il report ha analizzato l’impatto a 360° di questi impianti sui territori. I risultati dicono che si tratta di una soluzione vincente sia sul piano ambientale, abbattendo le emissioni di CO2 e di polveri sottili, sia sul piano economico ed occupazionale: 1 euro fatturato dagli impianti genera un impatto sul sistema economico di 2,65 euro e per ogni lavoratore impiegato dal teleriscaldamento nascono 15,5 posti lungo tutta la filiera…

Leggi tutto…

Terna ha qualificato la Uvap di Ego alla quale è collegata la centrale di cogenerazione che alimenta la rete di distribuzione del calore. Ora può operare sul mercato del servizio di dispacciamento: l’energia elettrica prodotta sarà utilizzata dal gestore della rete nazionale per il bilanciamento della rete, fornendo una flessibilità a salire e a scendere di 8 MW …

Leggi tutto…

Ancora pochi mesi di attesa e poi i lavori per la realizzazione dell’impianto di teleriscaldamento nel territorio comunale di Valdaone, in provincia di Trento, volgeranno al termine. L’opera, fortemente voluta dall’attuale amministrazione guidata da Ketty Pellizzari, è il passaggio concreto di un’idea nata nel 2010 dagli allora comuni di Bersone, Daone e Praso. A tal fine il comune di Valdaone ha stipulato una convezione di servizio con la società pubblica E.S.Co. B.I.M. e Comuni del Chiese S.p.A. che si occuperà della gestione futura…

Leggi tutto…

Ha preso il via nella centrale di cogenerazione che alimenta la rete di distribuzione del calore di Tirano (Sondrio) di Tcvvv, la sperimentazione del nuovo sistema messo a punto da Rse per il trattamento dei fumi di combustione delle biomasse. Un’unica soluzione che consente l’abbattimento del particolato di combustione e la riduzione degli NOx…

Leggi tutto…